Nate_ChisumA chi fosse sfuggito il passaggio italiano del 2001, sulle pagine di Lanciostory a partire dal numero 49 di quell’anno, avverto che in questi giorni è disponibile in edicola la ristampa del fenomenale one shot che il mitico sceneggiatore Jean Van Hamme dedica al mondo del western.
La Editoriale Cosmo come numero 1 della serie “I Grandi Classici dell’Avventura – Western” presenta “La ballata di Nate Chisum”, disegnata in modo splendido e sofferente dal pittore polacco (naturalizzato belga) Grzegorz Rosinski, che per Van Hamme ha disegnato il ben più celebre ciclo di Thorgal.

Impossibile che Van Hamme, quando scrisse la storia nel 2001 per Le Lombard, non avesse bene in mente le avventure dell’epico pistolero monco di Alejandro Jodorowsky dal nome Bouncer: la bravuta dello scrittore belga sta nel non confondersi mai con quel personaggio.
La ballata di Nate Chisum” è una storia durissima e spietata, in un western sofferente e privo di morale: rispetto alla frontiera “buona” fino all’eccesso a cui ci ha abituati la nostra gloria nazionale Tex, è una gran bella ventata di novità. In un intrico di personaggi spietati che uccidono con le parole, il pistolero senza un braccio protagonista è un Candido voltairiano che procede a testa alta per la sua via: i morti che fa con la sua pistola sono “puliti” in confronto al corrotto mondo “per bene” della città.
La terra selvaggia, dove ci si uccide guardandosi negli occhi, sta lasciando il passo alla civiltà e al progresso… e quindi ora si uccide alle spalle.

Storia intensa che lascia tantissimo amaro in bocca: assolutamente consigliato!

L.

– Ultimi post simili:

Annunci