Back to Brooklyn (2008)

Back_To_BrooklynQuando due pezzi da novanta come l’irlandese Garth Ennis e lo statunitense Jimmy Palmiotti uniscono le proprie forze, con Mihailo Vukelic ai disegni, il risultato non può che essere un capolavoro. Anche se arrivo tardi a segnalarlo, non posso fare a meno di esaltare la crudele bellezza di “Back to Brooklyn”, uscito a puntate per la Image Comics dal 2008 e portato in Italia da MagicPress nel 2009.

Bob Saetta un bel giorno entra nel commissariato della Polizia di New York e dice di voler fare quello che ogni detective sogna: confessare tutto su suo fratello Paul il Muro, il signore di Brooklyn. La famiglia saetta muove le fila di tutta la mafia locale e qualsiasi detective riuscirà a metterla nel sacco avrà fior di promozioni assicurate.
C’è un solo problema: saputo che Bob vuole parlare, Paul gli ha preso in ostaggio moglie e figlio.

Back_To_Brooklyn_bInizia un weekend di sangue e violenza per le strade sporche di Brooklyn, con Bob che – lasciato libero di nascosto con l’accordo tacito di tornare a consegnarsi alla polizia il successivo lunedì – dovrà fare pulizia del suo passato e del suo presente… perché tanto lo sappiamo tutti che non c’è alcun futuro.
Ennis scrive una storia nera come il sangue rappreso, un’escalation di violenza che nel momento in cui sembra toccare il fondo… be’, c’è solo da iniziare a scavare.
Personaggi talmente neri da andare ben oltre i limiti del noir, che regalano allo spettatore un mix esplosivo di forti emozioni: insomma, assolutamente consigliato!

L.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.