Terminator – Obiettivi secondari (1991)

Cover di Paul Gulacy
Cover di Paul Gulacy

Come ho raccontato nei precedenti post, nel 1990 c’è la guerra dei Terminator: la Hemdale del primo film lascia il passo alla Carolco del secondo e la NOW Comics, dopo anni di fumetti, passa il testimone alla Dark Horse Comics. Come abbiamo visto pure la Marvel dice la sua con la novelization del secondo film, ma ad un certo punto la situazione sembra fermarsi: ci vorrà un anno perché la Dark Horse, che aveva fatto di tutto per strappare il marchio alla NOW Comics, si decida a tirar fuori un’altra storia… ma forse se aspettava un pochino di più era meglio.

TerminatorMagicPress2Non sono così sicuro che fosse previsto sin dall’inizio che l’ottima storia Tempesta di John Arcudi venisse stiracchiata fino a diventare una tetralogia! Comunque nel luglio del 1991 uno svogliato James Robinson raccoglie le idee e, con gli ancora più svogliati disegni di Paul Gulacy, tira fuori questo pessimo sequel: “Secondary Objectives”.
La consueta Nova Comix di Luigi Bernardi (Granata Press) lo porta in Italia nel luglio del 1992 con il titolo Obiettivi secondari (numero 8 della collana) e traduzione anonima: nel 2008 torna, ritradotto da Michele Amadesi, nel secondo volume che la MagicPress dedica a The Terminator.

Mary secondo Paul Gulacy
Mary secondo Paul Gulacy

Robinson si rende conto che Arcudi ha scritto una storia dalla velocità rutilante: è un intero film ridotto a poche pagine, eppure… non c’è stato tempo per dare nomi ai protagonisti! Così lo sceneggiatore si inventa che la donna-soldato si chiama Mary e che l’uomo-Terminator si chiama Dudley. Sono gli unici due sopravvissuti dei soldati giunti dal futuro per impedire la nascita di Skynet, sono personaggi dinamici che per un intero albo sono zompati di qua e di là, correndo e sparando a più non posso nella loro corsa contro il tempo… Ma Robinson non ha gli stessi ritmi di Arcudi…
Mary è seduta, guarda nel vuoto, pensa, riflette. È vestita come una fotomodella, lei che è un rude soldato con il pensiero fisso sulla distruzione di Skynet. Dudley è seduto con una camicia appena rubata a Magnum P.I., guarda nel vuoto, riflette…
Poi c’è un Terminator sopravvissuto alla precedente storia che spara, e spara, e spara, e ammazza, e ammazza e ammazza…
Mary guarda nel vuoto, riflette, pensa, si cambia d’abito, si mette in posa plastica mentre Dudley riflette, pensa, e si mette in posa plastica.
E il Terminator ammazza… e Mary si cambia d’abito… e Dudley guarda nel vuoto…

Terminatrix_Z000MObiettivi secondari è di una bruttezza epocale, non ha una mazza da dire e tirano per le lunghe per ben quattro numeri (due in Italia). Non lo ricordavo così devastante, all’epoca credo mi fosse piaciuto, ma non era rimasto in me neanche l’ombra di un ricordo…
Da segnalare Z000.M, la Terminatrix buttata lì a casaccio che rappresenta l’ennesima occasione mancata di creare un buon robot donna – come racconto anche nel mio saggio sull’argomento, Gynoid. Duecento anni di donne artificiali.

L.

11 commenti

  1. Ti dirò, all’epoca mi piacque e – a dire il vero – non la butterei via nemmeno oggi, anche se con Arcudi era ovviamente tutt’altra musica: il problema – appunto – è che Robinson dà in continuazione l’idea che la vera storia debba cominciare da un momento all’altro (non gli nego un certo stile, comunque) e noi lì, che si aspetta. Arrivati al punto in cui si intravvede finalmente un buon avvio (l’inizio effettivo della ricerca di Sarah Connor e le peripezie che ne sarebbero seguite) zac, il tutto finisce… tra le altre cose, dopo aver pure sprecato la Terminatrix di turno (l’abbozzo d’ironia cyborg mi aveva fatto credere per un momento che Robinson volesse darle un ruolo dignitoso, lo ammetto. Ero stato troppo precipitoso). 😦

    Piace a 1 persona

      • Enemy Within dovrebbe rappresentare l’immediato sequel (inedito da noi) degli eventi di Obiettivi Secondari, giusto? Immagino che, visti i precedenti, il personaggio di Sarah Connor non venga ripreso nemmeno qui…

        Piace a 1 persona

      • Anch’io lo credevo inedito invece me lo sono ritrovato nell’antologia della MagicPress (grazie a Fra Moretta per la dritta 😉
        Tranquillo, che Sarah tornerà… ma proprio alla fine! 😛

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.