Aliens – Berserker (1995)

Cover di Kilian Plunkett
Cover di Kilian Plunkett

Passa anche l’annata 1994, piena di one shot brevi, ma il mondo xenomorfo non riposa: già nel gennaio del 1995 inizia la minisaga “Aliens: Berserker“, firmata da un decano.
Inutile provare a descrivere l’enorme lavoro che John Wagner ha riversato nel mondo dei fumetti, mi limito a dire che ha creato personaggi come Judge Dredd e scritto storie come History of Violence.
I disegni di sono di Paul Mendoza, che abbiamo già incontrato nella storia singola Alien.

Arriva il Berserker Team
Arriva il Berserker Team

Quanto ti ritrovi degli alieni in cantina, chi è che chiami? Il Berserker Team, un reparto dei Colonial Marines specializzato in… “pulizia cantine”!
Arrivano, fanno un sopralluogo della cavità, analizzano i danni creati dagli alieni e, se è il caso, mandano Max a distruggere qualsiasi cosa si muova. Ma… chi è Max?

Max, Mobile Assault Exo-Warrior: un’intelligenza umana imprigionata in dieci tonnellate di esoscheletro rinforzato ed armato. Un Berserker

AliensBerserker_DNon puoi pretendere che un Berserker sia un chirurgo: se viene riportato allo stato cosciente il poveraccio in coma che rappresenta il cuore umano della macchina, è per spazzare via tutto, che sia alieno o meno.
La “pulizia” che la Berserker Team è chiamata a fare viene eseguita, ma appena la loro astronave riparte i soldati si rendono conto che c’è un problema: nel partire c’è stata un’infezione della loro nave.

Inizia una splendida storia di pura fantascienza militare, Aliens Style, con i soldati superequipaggiati che si ritrovano assediati nella loro stessa nave, con alieni e facehugger che spuntano ovunque e l’unica risorsa che potrebbe aiutarli non funziona.
Come dicevo, il robot Berserker ha una componente umana che consiste in un poveraccio tenuto prigioniero nell’esoscheletro: di solito è tenuto in coma e gli viene pompata adrenalina quando serve che distrugga tutto. Non è una pratica medica che garantisca lunga vita, e infatti l’ospite del Berserker muore proprio quando c’è più bisogno di lui.
Servirebbe un volontario che entri nel robot e faccia fuori gli alieni… un volontario che invece di una morte rapida per mano aliena, scelga una vita di sofferenza con cavi infilati in ogni anfratto del corpo… Non sarà una scelta facile.

La "pulizia" non è completa...
La “pulizia” non è completa…

Bella storia che misteriosamente non risulta raccolta in volume dalla DHC, ma che si chiude con una promessa: i tre superstiti del Berserker Team li rincontreremo presto… molto presto!

L.

– Ultimi post simili:

VISITATE IL MIO NUOVO BLOG ALIENO!

Aliens Main Titolo

Advertisements

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

6 pensieri su “Aliens – Berserker (1995)

  1. Dire che John Wagner è un mito, sarebbe sminuirlo, appena appena fondamentale per il mondo del fumetto, giù il cappello! 😉 Scopro grazie a questo post che ha scritto anche Alien, per altro bene, non mi stupisce molto questo 😉 L’idea del Berserker è fighissima, anche i disegni niente male 😉 Cheers!

    Liked by 1 persona

      1. Se Berserker porta la firma nientemeno che di John Wagner (e la sua mano si vede), allora non poteva non essere una mini-saga di alto livello, drokk! 😉

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...