Cover di Thomas Legrain
Cover di Thomas Legrain

Piange il cuore a leggere l’ottavo ed ultimo (almeno per ora) episodio di una saga polar che era iniziata con i fuochi d’artificio: “Sisco“, portato in Italia dal settimanale a fumetti Lanciostory (Editoriale Aurea).

Vincent Sisco-Castiglioni ha vissuto grandi avventure ed è finito nei guai più neri, sempre accompagnato dagli splendidi disegni di Thomas Legrain, che – alla fin fine – sono stati il motore trainante dell’intera saga.
Benec ha avuto un paio di ispirati spunti e ha scritto ottime pagine, ma si vede che ormai sta allungando il brodo e questo ottavo numero è davvero deludente: non sembra nemmeno scritto dallo stesso autore dei precedenti.
Pagine sbrigative si alternano a sequenze immotivatamente lunghe, il tutto senza spiegare nulla e con una conclusione appiccicata con lo sputo: ripeto, deludente su tutta la linea.

È un peccato che una saga iniziata così bene si congedi nel peggiore dei modi: era meglio farla finire molto prima…

Scheda etrusca:

Sisco (id.) di Benec (Benoît Chaumont) e Thomas Legrain
– 8. Realpolitik (Realpolitik, 09/2014), Lanciostory 12-14/2015

L.

Annunci