Robocop: Killing Machine (2004)

Cover di Juan José Ryp e Jacen Burrows
Cover di Juan José Ryp e Jacen Burrows

Dopo essere stato scaricato dalla Marvel e dalla Dark Horse Comics, il povero Robocop rimane nel limbo fumettistico per dieci anni.
La Avatar lo accoglie e presenta la sceneggiatura originale di Frank Miller, dopo di che prova a lanciare di nuovo il personaggio. Affida così al consueto Steven Grant – che aveva ridotto il testo di Miller – il compito di creare una storia one-shot in attesa di ulteriori sviluppi: il risultato è “Robocop: Killing Machine“, dell’agosto 2004.

In una ventina di pagine Grant – con i disegni di Anderson Ricardo – ci racconta di un giovane hacker di famiglia ricca che, tramite collegamento neuronale, prende il controllo di un grande robot che giace dimenticato nei magazzini della OCP. Appena si ritrova alla guida di un potente mostro robotico, il giovane che fa? Cerca di far fuori Robocop, che con una sberla meccanica distrugge il robottone e ma da in coma l’hacker. Fine.

Ma... Ann Lewis non era morta nel '93?
Ma… Ann Lewis non era morta nel ’93?

Non sembra che ci sia un luminoso futuro per Robocop, se questa è la qualità delle storie in serbo per lui, ma non dispero e mi preparo a questa novella vita a fumetti degli anni Duemila: saprà tirar fuori qualche storia almeno decente?

L.

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

8 pensieri su “Robocop: Killing Machine (2004)

      1. Già… cose che, francamente, pensavo (ed era legittimo pensarlo, dopo ben 10 anni di limbo) avrebbe potuto alla Avatar mentre quello che qui intravvedo – se è così che poi si andrà avanti – un trattamento MOLTO convenzionale. Non voglio già arrivare a dire anche MOLTO sottotono, però non è che sembri promettere chissà quali colpi d’ala… 😦

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...