Spynest 1: Birdwatchers (2011)

Cover di Christophe Alliel
Cover di Christophe Alliel

Il mio nome è Fleming. Ian Fleming.
Come abbiamo letto nell’intervista ad Andrea Carlo Cappi, è difficile per una casa fumettistica inserirsi nel complicato mondo del copyright di James Bond, e allora la Soleil Productions ha pensato bene… di ripiegare sul suo autore!

Giamaica, 1952. Ian Fleming è solo nella sua splendida villa, chiamata “Goldeneye”, e sta scrivendo la bozza del suo primo romanzo: Casino Royale.
Ci vorrebbe un nome speciale per il suo protagonista, e Fleming si guarda in giro in cerca di ispirazioni. L’occhio gli cade su un libro di ornitologia: Birds of the West Indies, scritto da un certo James Bond.
Spynest1aIl mito è nato, ma rimangono alcune domande in sospeso…

Perché la guida ornitologica era sulla scrivania di Fleming? Perché gli agenti segreti britannici nella Seconda guerra mondiale si chiamavano fra loro “birdwatchers”? E perché i commandos delle operazioni segrete guidate da Fleming erano chiamati “Red Indians” e i loro obiettivi “Scalps”? È per rispondere in parte a queste domande che Spynest è nato.

Non c’è che dire: l’autore dell’introduzione ci sa fare!
Inizia così l’avventura spionistica che ci mostra Fleming nel 1940, diviso tra l’intelligence di Sua Maestà e la caccia alle gonnelle più succinte.
Sua valida alleata è Terryona Crow, grintosa agente dei servizi segreti americani. Alla fin fine, è lei la vera protagonista (almeno di questo primo numero) e gli altri sono solo suoi partner in una missione pericolosissima: mandare a monte i piani spietati di un #obergruppenfuhrer misterioso, dal volto celato e almeno un arto meccanico. Un super nemico che sicuramente troveremo ancora nelle prossime puntate.

Il super-nemico: il nazi-cyborg!
Il super-nemico: il nazi-cyborg!

Spynest è un delizioso e frizzante fumetto che anticipa di tre anni Fleming: Essere James Bond (2014), la serie televisiva britannica che racconta seriosamente la vita da spia di Fleming: qui non c’è alcuna noiosa serietà, solo tanto divertimento!

Scheda etrusca:

Spynest [Soleil Productions] di Jean-Luc Sala e Christophe Alliel
Mission 1: Birdwatchers (05/2011)

L.

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

7 pensieri su “Spynest 1: Birdwatchers (2011)

  1. Un buon escamotage, questo, per occuparsi indirettamente di James Bond tramite Fleming… Del resto, fumettisticamente parlando, chi meglio del creatore avrebbe qui potuto schivare le pastoie di copyright che invischiano la sua creatura? 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...