Ulula29Nuova avventura per Ulla Von Hagen, il personaggio che il celebre Giovanni Romanini disegna (e a volte anche scrive) per la testata “Ulula” della Edifumetto di Renzo Barbieri.
Si tratta de “La notte degli zombi“, n. 29 del febbraio 1984.

La nostra eroina è in vacanza, tanto per fare una cosa nuova, e la troviamo in una località sciistica delle Alpi intenta più che altro a cercare un amante che le riscaldi le notti.
Conosce quel gran simpaticone di Miguel, barbuto scienziato esperto in… tanatologia! Cosa c’è di meglio che conoscere in vacanza uno studioso della morte? Sai che matte risate?

La domanda ci sta tutta!
La domanda ci sta tutta!

Dopo una lunga spiegazione sul perché i morti risorgano dalle tombe nelle eclissi totali, si va a fare ginnastica in camera da letto.
Altri hanno avuto la stessa idea, ma hanno scelto la cripta come nido d’amore: gran brutta idea…

Farlo nella cripta non è proprio una buona idea...
Farlo nella cripta non è proprio una buona idea…

L’eclissi è arrivata e i morti risorgono: il cimitero di una località sciistica non è che ne abbia tanti, di morti sepolti in zona, così l’invasione è abbastanza limitata. Lo stesso è un massacro e per tutta la notte sembra di essere in uno zombie movie classico. Ovviamente virato all’umorismo nero. (Tipo il marito morto che va a vendicarsi della moglie infedele!)

All’alba i morti sono stati ricacciati all’inferno a suon di fucilate e il povero Miguel non ha neanche una cavia da studiare. Saluta Ulla e fine della storia.
Diciamo che è una simpatica storia zombie che però con la nostra eroina non c’entra assolutamente nulla, visto che lei rimane semplice testimone degli eventi: era quasi obbligatorio uno scontro tra la donna-lupo e i morti viventi, invece rimane una grande occasione mancata.

L.

 

Annunci