Spynest 3: Operation Eaglet (2015)

Cover di Christophe Alliel
Cover di Christophe Alliel

Il mio nome è Fleming. Ian Fleming.
Ultimo appuntamento con “Spynest“, la frizzante saga francese che, non potendo usare James Bond per difficoltà nell’ottenere il copyright, usa Ian Fleming nel suo periodo spionistico ed anticipa di tre anni Fleming: Essere James Bond (2014), la serie televisiva britannica che fa in pratica la stessa cosa… ma in piccolo!

Uno di quei regali che cambiano la storia...
Uno di quei regali che cambiano la storia…

Purtroppo la deriva “seriosa” del secondo numero è continuata e si è aggiunto un inspiegabile cambio di stile del disegnatore, che ha iniziato a disegnare Fleming con espressioni da manga, con bocca sempre contratta in un’espressione da cartone animato davvero di cattivo gusto. Peccato perché invece nel primo numero c’era un giusto equilibrio tra semi-serio e frizzante, e Fleming sembrava davvero Bond: qui sembra un buffone di Dragon Ball…

Scopriamo che l’Obergruppenfuhrer robotico è sopravvissuto alla caduta del precedente numero, ma solo per un’ulteriore inutile comparsata: perché inventarsi un nazi-cyborg e NON usarlo?
In compenso esce fuori una biondona cattivissima con cui la nostra Terry potrà lanciarsi in un paio di gustosi catfight, poche vignette che non risollevano una storia pencolante.

Grandi cattivi, grandi problemi
Grandi cattivi, grandi problemi

Bisogna salvare Churchill e fermare la bomba atomica nazista, ma il tutto è annacquato da azioni sì scoppiettanti ma rovinate da un Fleming immotivatamente “cattivo” e sornione.
Purtroppo, è una saga iniziata splendidamente ma finita malino…

Scheda etrusca:

Spynest [Soleil Productions] di Jean-Luc Sala e Christophe Alliel
Mission 3: Opération Aiglon (03/2015)

L.

Annunci

5 commenti

      • … E invece hanno voluto optare per una virata seria prendendosi allo scopo ben due numeri, tanto da dar quasi l’impressione che il primo albo fosse stato progettato come storia a sé (o comunque come inizio di una miniserie su toni differenti). A questo punto, spero che in futuro almeno quel nazi-cyborg sia recuperato in una saga un po’ più coerente…

        Liked by 1 persona

      • Sebbene passino due anni tra il secondo e il terzo numero, credo comunque sia nata come trilogia, però hanno fatto la “furbata” di iniziare scoppiettanti e poi abbassare i toni, così da acchiappare i lettori al primo numero e “fregarli” dopo 😛

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...