Cover di Chris Mooneyham
Cover di Chris Mooneyham

Siamo sempre nel febbraio del 2014, il nuovo film di Robocop è al cinema e la Boom! Studios sta cercando di spremere ogni briciola di notorietà sia rimasta nel marchio che stringe tra le mani… anche a costo di sfornare stupidate tipo “Robocop: Memento mori“.

Frank J. Barbiere ai testi e Azeitona (João Carlos Vieira) ai disegni ci mostrano le allucinazioni del povero Alex Murphy mentre i medici lavorano sul suo cervello, inserendogli un chip, e sul suo corpo… trasformandolo in Robocop.
Se dopo 25 anni la vita “umana” di Murphy non interessa più nessuno… figuriamoci quanto possa interessare la sua versione allucinata!

Murphy sogna Robocop...
Murphy sogna Robocop…

Questo one shot sarebbe stato meglio inserirlo in una storia più grande, così che sarebbe stata la parte noiosa da saltare a piè pari: renderla protagonista di un albo credo sia il modo migliore per disamorare i nuovi lettori che si vorrebbero conquistare.
Spero che gli altri numeri del febbraio 2014 non saranno un semplice volantino pubblicitario del film come questo…

L.

Annunci