Le donne di Greg Rucka: Supergirl

Cover di Ian Churchill
Cover di Ian Churchill

Mi ero ripromesso di stare lontano dalle sceneggiature di Greg Rucka targate Marvel e DC, ma poi la curiosità mi ha fregato: soprattutto quando l’autore di San Francisco mette le mani su Supergirl
Tento di stilare un breve prologo basandomi sull’esaustiva introduzione di Enrique Ríos della Planeta DeAgostini.

Ma quanto è "tosta" Supergirl...
Ma quanto è “tosta” Supergirl…

Kara Zor-El, più nota come Supergirl, è la cugina di Superman ed è stata creata da Otto Binder (sì, proprio quello che ha creato I, Robot insieme al fratello Earl) e dall’illustratore Al Plastino per il numero di “Action Comics” n. 252 (maggio 1959) dal titolo The Supergirl from Krypton.
Faceva parte di un nutrito gruppo di superstiti alla distruzione di Krypton ed è stata protagonista della perversione dell’universo parallelo di cui soffrono Marvel e DC. Negli anni Ottanta si sacrifica quando gli universi paralleli si uniscono e addirittura scompare anche il suo ricordo. Torna vent’anni dopo giusto in tempo per uno degli “eventi” che regolarmente scuotono questi fumetti e ora la vediamo un anno avanti senza sapere cosa sia successo nel frattempo.
Evito di commentare queste scelte editoriali perché se tanti le amano comunque sono giustificate – ma quanti le amano sul serio? In pratica questi fumetti sono le soap opera dei gggiovani

Supergirl_BSorvolando sul giudizio di Ríos, che cioè leggere Supergirl “un anno dopo” è ottimo per i neofiti perché non serve conoscere il suo passato – cosa palesemente falsa, visto che in ogni vignetta c’è un riferimento ad un passato incomprensibile – la notizia ghiotta è che la protagonista sta vivendo una crisi d’identità… e questo è un lavoro per Rucka!
Tanto la sua Elektra che la sua povera seconda Vedova Nera sono affette da potente crisi identitaria, quindi credo di andare sul sicuro… E invece no…

In questa saga post-crisi il nostro Greg si limita a scrivere il primo episodio (proseguirà Joe Kelly), e tanto mi basta: una ragnatela di riferimenti incomprensibili per chi non abbia una profonda conoscenza dei personaggi e un chiacchiericcio di frasi vuote e inutili mi confermano quello che già più volte ho affermato. Non sono geneticamente portato per questi fumetti…
Già la mia lettura di Wonder Woman mi aveva fatto capire che devo stare molto lontano dalla DC, ma magari Supergirl era diversa: scopro che no… non è diversa.

Addio Kara Zor-El: non è stato un piacere conoscerti…

Scheda etrusca:

SuperGirl: la figlia perduta di Krypton, Planeta DeAgostini (agosto 2007)
Candor, part 1 (da “Supergirl” vol. 5 n. 6, aprile 2006) di Greg Rucka e Ed Benes

L.

Annunci

8 commenti

  1. Ian Churchill! Sono mille anni che non leggo un fumetto disegnato da lui, sono tornato con i ricordi agli anni ’90.
    Per altro la copertina omaggia palesemente “Superman All-Star” di Grant Morrison.

    Non credo di aver mai letto un fumetto di Supergirl in vita mia, purtroppo le versioni femminili dei super eroi famosi sembrano sempre delle versioni minori, nemmeno Rucka è riuscito a fare il miracolo, tutti queste crisi, maxi saghe, mega eventi, ma scrivere una bella storia di un personaggio? Brutto? 😉 Cheers!

    Liked by 1 persona

  2. Me le ricordo le introduzioni di Enrique Rios, una delle cose più obbrobriose e disinformate che abbia mai letto. Del resto la Planeta non è che ci mettesse molta cura nelle sue edizioni.
    Che è poi uno dei motivi per cui, allo scadere del primo contratto la DC ha deciso di non rinnovargli più i diritti di concessione.

    Liked by 1 persona

  3. Quello che io ricordo -ma di sicuro non solo io, come vedrai in giro per il web- sono errori di traduzione, quando non addirittura passaggi non tradotti in italiano ma in spagnolo, poca attenzione nell’evitare errori di stampa, balloon lasciati in libertà (e aggiungiamoci pure quel presunto “esperto” di Rios)… Decisamente non credeva granché nei prodotti che pubblicava e certo non fece una bella figura, né con la DC (come si è visto) né con i lettori italiani 😦

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...