Blue Note (2013) Le ultime ore del proibizionismo

Cover di Mickaël Bourgouin
Cover di Mickaël Bourgouin

In questi giorni il settimanale a fumetti Lanciostory (Editoriale Aurea) sta presentando uno spettacolare ed imperdibile noir ambientato nel mondo della boxe di inizio Novecento.
Il primo episodio si è appena concluso e non ho resistito a gustarmelo: sto parlando di “Blue Note” targato Dargaud.
Tranquilli, la mia recensione non rivela alcuno colpo di scena: invece vi costringerà a recuperare questi numeri arretrati per leggerli uno dei migliori bande dessinée presentato quest’anno da Lanciostory.

Jack Doyle è un campione. Jack Doyle è un fallito. Una cosa non esclude l’altra.
Da giovane pugile promettente, noto nella rutilante città con il nome di battaglia di Wonderboy, Jack vince ogni incontro ed è il re del ring. Battuto il campione Walker, però, qualcosa cambia. Per sempre.
La voce in città arriva alle orecchie di Jack: Walker si è buttato, l’incontro era truccato, altrimenti Wonderboy non avrebbe mai vinto. Il dubbio è più devastante di un pugno in faccia, e Jack molla tutto.

BlueNote1_ASono passati cinque anni e ora Jack è un fallito, un rudere umano che gira le campagne sfidando per pochi spicci muscolosi contadinotti in incontri clandestini: incontri che si risolvono sempre allo stesso modo. Con Jack a terra pestato a sangue. Con Jack a terra… che sorride. Perché essere battuti onestamente è meglio che vincere con l’inganno.
Jack è un fallito ma vive serenamente, nella consapevolezza della sua condizione umana. Finché il suo ex impresario Theo non torna a bisbigliargli all’orecchio: non è curioso di sapere se può davvero battere Walker? Forse quell’incontro era truccato, forse, ma ora potrebbe fare ritorno sul ring e scoprire se davvero è in grado di battere quel pugile.
Jack è debole, vuole sapere la verità. E la verità rende schiavi.

BlueNote1_BTornato nella città corrotta, grondante sangue ed alcol, a soli trenta giorni dalla fine del proibizionismo c’è un impero del crimine che si sta assestando: quando vendere alcolici non sarà più illegale, come si guadagneranno milioni di dollari? Con cosa si corromperanno gli eserciti di politici ed autorità locali?
Il boss Vincenzo organizza l’incontro e per Jack Doyle è il momento di tornare ad essere Wonderboy, per dimostrare al mondo che non c’è stato alcun trucco. Mette tutto se stesso nei guantoni… e butta giù Walker. Di nuovo.
E di nuovo la voce che circola è la stessa: Vincenzo ha fatto un mucchio di soldi con il ritorno del pugile, perché l’incontro era di nuovo truccato…

BlueNote1_CTroppo tardi Jack capisce di essere di nuovo caduto nella trappola di una città corrotta, perché ora è incastrato nella ragnatela di un boss potente.
Non sa ancora se vale qualcosa come pugile o se è un fallito che serve ai potenti per fare soldi, muovendolo come un burattino, ma c’è solo un modo per scoprirlo. Infilarsi i guantoni, salire sul ring… e giocarsi la vita all’ultimo pugno.

BlueNote1_DIl countdown della fine del proibizionismo procede inesorabile e corrisponde al match finale di Jack: alla fine dell’incontro, in ogni caso, il mondo non sarà più come prima.

Una storia memorabile, un fumetto spettacolare con disegni indimenticabili: pura goduria cartacea che non posso che consigliarvi caldamente.

Scheda etrusca:

Blue Note (id.) di Mathieu Mariolle e Mickaël Bourgouin
– 1. Le ultime ore del proibizionismo (Les Dernières Heures de la Prohibition, 09/2013), Lanciostory 2137-2141/2016

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

6 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...