Vartan6Sesto numero della testata “Vartàn“, dedicata alla indiana più concupita del West, che vive mille improbabili avventure sfuggendo ai tanti che la vogliono stuprare.
Targato Furio Viano Editore e disegnato dal mitico Sandro Angiolini, ecco dunque “La legge della Colt“.

Vartan6aVagando nel deserto, cade in una trappola per coyote e si salva per miracolo, però ora si ritrova imprigionata in una buca nel deserto. Viene salvata dai soliti banditi che – indovinate un po’? – vogliono concupirla in modo violento e fantasioso.

Intanto Kid West (co-protagonista fisso della serie, che paradossalmente avrà più successo della titolare) si insinua in un gruppo di banditi di Three Shots (ma che nome è?) per conto del generale Custer.

L’eroe del West si sta fingendo malvivente per infiltrarsi nel giro di Three Shots e aiutare il generale Custer a neutralizzarlo, ma cosa fare quando esce fuori che i cattivoni messicani hanno appena rapito Vartàn e le stanno facendo di tutto?

Vartàn concupita, tanto per cambiare...
Vartàn concupita, tanto per cambiare…

In realtà “l’indiana bianca” è come sempre circondata da omaccioni allupati che non riescono mai a fare nulla: questo mica è un fumetto pornografico degli anni Ottanta, non si vede mai un genitale all’aria, al massimo lo si intuisce. Così è pieno di buone… cioè, di cattive intenzioni che si risolvono regolarmente in un nulla di fatto.
Non manca la donna del brigante invidiosa di Vartàn con cui imbastire pure la scena di catfight

Catfight a suon di machete
Catfight a suon di machete

La storia è complessa e intricata ma soprattutto noiosa, le situazioni piccanti sono eteree e talmente ripetitive che dubito anche all’epoca possano essere state efficaci.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci