Dejah Thoris 4 (2016)

Cover di Nen Chang
Cover di Nen Chang

Quarto numero, questo maggio 2016, per l’eroina rivestita della Dynamite Entertainment: “Dejah Thoris 4“, con protagonista personaggio nato nel 1912 dalla penna di Edgar Rice Burroughs.
Con gli splendidi disegni di Francesco Manna (Vampirella, Army of Dakness, Witchblade), lo sceneggiatore Frank J. Barbiere (Five Ghosts) ci mostra una Dejah Thoris costretta all’esilio e ad assumere il nome di Larka per sottrarsi al proprio popolo.

Caduta in un tranello insieme ai suoi commilitoni, Dejah si ritrova prigioniera in una caverna e scopre che lei e gli altri soldati sono tenuti sotto il controllo di una perfida strega che, con il suo potere mentale, tiene tutti soggiogati.

DejahThoris4aIl destino della principessa è di essere schiava “mentale” della strega e lavorare per sempre nelle sue miniere, ma con la scaltrezza che la contraddistingue Dejah saprà sconfiggere la strega e liberare tutti i suoi schiavi.
Il viaggio verso M’rkassa prosegue, ma stavolta Dejah molla tutti: è una missione che deve portare a termine da sola.

La saga prosegue senza infamia e senza lode, nello stile Dynamite: strizzate d’occhio al pulp classico ma sempre in tono leggero e senza forti emozioni, con trovate molto poco impegnative quasi se ci fosse il timore di osare troppo.
Speriamo in qualche guizzo più avanti…

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

2 pensieri su “Dejah Thoris 4 (2016)

  1. Si strizza l’occhio al pulp classico, dando però l’impressione di rivolgersi anche a un’altra fetta di pubblico -contemporaneo- che quel pulp lo conosce a malapena e comunque, con tutta probabilità, nemmeno dev’essere granché interessato a vedercelo nella saga (in favore di toni più leggeri, tranquilli e disimpegnati, appunto): in queste condizioni, i guizzi potrebbero non arrivare tanto presto…

    Liked by 1 persona

    1. Da questo punto di vista la Dynamite si sta rivelando molto blanda e soporifera: più che storie a fumetti sembrano episodi di un cartone animato ma disegnate. Poca verve e molto allungamento di brodo. Ha puntato molto su belle copertine, testate ottime e “versus” da acquolina, ma poi le storie sono votate al totale disimpegno…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...