Xena: Warrior Princess (2016) 2

Cover di Jenny Frison
Cover di Jenny Frison

Secondo numero per il nuovo ciclo di Xena in casa Dynamite. Genevieve Valentine (curatrice di Catwoman per DC) ai testi e Ariel Medel (Warlord of Mars) ai disegni presentano questo aprile “Xena: Warrior Princess 2“.

Xena2aNon avendo letto i numeri passati della testata non so dire se la Dynamite abbia iniziato bene finendo male o se abbia sbagliato sin dall’inizio con questo personaggio, ma al secondo insopportabile numero di questo nuovo ciclo è chiaro che non posso più frequentare la Xena a fumetti.
Entrando in scena un gran numero di donne guerriere, questo numero sembra più una storiella zuccherosa di finto femminismo, un catalogo “Barbie Guerriera” per dire alle ragazzine che anche loro possono diventare feroci combattenti.
Con una galleria di donne vestite come i vari popoli guerrieri della storia, la testata dimostra una volta di più che la Dynamite è violentemente interessata a parlare ad un certo pubblico femminile che però dubito voglia ascoltare. O magari qualche demente l’ha accusata di maschilismo e una storia pseudo-femminista magari può riequilibrare la situazione.

Catalogo "Barbie Guerriera"
Catalogo “Barbie Guerriera”

Sono cresciuto con la convinzione che non si debba discriminare per alcun motivo, e che quindi uomini e donne debbano godere degli stessi diritti: non è questo l’obiettivo del femminismo moderno, che immagina più diritti per le donne e una superiorità morale davvero irritante. Questa testata sembra seguire questa corrente, con tutte donne protagoniste in schiacciante superiorità morale, dimenticandosi così che servirebbe una storia di fondo e personaggi diversi se no è solo un manifesto idealista.
Se tutte le donne sono fenomenali guerriere, perché Xenia dovrebbe esistere? Perché è intitolata a lei la testata se non fa nulla di diverso da tutti gli altri personaggi? Qui si minano le più semplici basi del fumetto seriale…

Insomma, mollo questo fumetto illeggibile e senza trama, sperando che qualche gruppo maschilista si lamenti con la Dynamite sì da farla tornare equilibrata a parlare di fumetti, non di manifesti di idee modaiole.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

4 commenti

      • … E, invece, non fa altro che allontanare tutti/e i/le fan di Xena da un prodotto che dimostra di aver così poco bisogno della “vera” Principessa Guerriera da poterla tranquillamente togliere del tutto, vista la moltiplicazione -in senso falsamente femminista- delle protagoniste che sembra essere ormai l’unico obiettivo di tutta la baracc(onat)a: stando così le cose, avrebbero forse fatto molto meglio a pensare da subito a qualcosa del tipo “Xena: Warrior Princess (nel ruolo di semplice anfitrione) presents (nome guerriera a scelta, per accontentare il sempre più presunto “nuovo” pubblico)… 😦

        Liked by 1 persona

      • Eh sì, decisamente. Una serie a fumetti dove Xena non fa una mazza mi sembra davvero una presa in giro. Sarebbe bello intervistare qualche tizio della Dynamite, poi, e chiedergli se funziona questa deriva pseudo-femminista delle testate…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...