[Fumetti Erotici] 44 Magnum (1983)

44magnumNegli anni Ottanta c’erano due baffi che conquistavano il pubblico: quelli di Maurizio Costanzo e quelli di Tom Selleck nei panni di Magnum P.I.
Arrivata in Italia nel 1982, gli albori di quella TV generalista che avrebbe conquistato il Paese in pochissimo tempo, e già nel 1983 scatta la versione a fumetti, com’era usanza di quei tempi. Renzo Barbieri presenta dunque questa nuova testata: “44 Magnum“.

44magnumBSiamo nella soleggiata Miami, in Florida, in un grande complesso di parchi divertimento a tema marino e acquari vari, tra i quali si aggira l’investigatore privato Jody J. Baldwin meglio noto col nome d’arte di Quarantaquattro. Così, a lettere!
Insieme alla sua segretaria Luna – ex prostituta – ammira gli spettacoli acquatici finché lei non decide che i “preliminari” sono finiti: ora se lo vuole fare. Lui però è ritroso, e le prime lunghe pagine del fumetto ci mostrano l’omaccione che si sottrae snervato a tutte le ingombranti attenzioni delle donnine di Miami, attirate magneticamente dal baffo che ammalia.

44magnumAChiusa questa parentesi forzata, inizia l’intrigo. Quarantaquattro si ritrova costretto dalla CIA ad indagare su un uomo ucciso all’acquario delle orche. Si parla di agenti segreti dormienti riattivati – che all’epoca andavano di moda, grazie al successo del film Nikita # – e il nostro eroe deve andare a parlare con due di loro che hanno cambiato casacca e vivono nelle Everglades, tra caimani e zanzare.
Insieme al suo nuovo socio Puertorico – ma che nome è ? – il viaggio sarà per il nostro eroe giusto l’occasione per acrobazie sessuali con la spia e la Luna, tanto poi gli altri cattivi se li mangeranno i coccodrilli…

La storia butta in pentola di tutto, nel tentativo di acchiappare più pubblico possibile. C’è un po’ di horror, un bel po’ di sesso, un po’ di spionaggio, un po’ di umorismo e via dicendo. Imbarazzante l’uso forzato di parolacce del tutto inutili ai fini del dialogo, come a dire che è bello parlare sboccato in un fumetto anche quando non serve: sarà l’effetto della censura delle testate mainstream?

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...