Witchblade Aliens Darkness Predator: Mindhunter (2000)

Cover di Dwayne Turner
Cover di Dwayne Turner

Poco ispirata e forse in cerca di nuove idee, il 27 dicembre 2000 la Dark Horse presenta il primo numero di una saga in tre parti: “Witchblade / Aliens / Darkness / Predator: Mindhunter“.
Lo sceneggiatore è David Quinn mentre ai disegni c’è il mitico (ma confusionario) Mel Rubi, che abbiamo già incontrato per The Terminator: The Dark Years (1999), Aliens vs Predator vs Terminator (2000) e il pessimo ciclo inter-testata Xenogenesis.

Già lo stile grafico di Rubi è totalmente schizzato, se poi la sceneggiatura è delirante e incomprensibile la situazione è disperata.
Jackie Estacado, posseduto dalla forza chiamata Darkness, e Sara Pezzini, poliziotta che possiede il potere di Witchblade, si ritrovano in psichedeliche situazioni con Aliens e Predator, che non ho capito la prima volta che l’ho letto e non ho capito neanche la seconda, quindi onestamente non merita altra attenzione.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

10 pensieri su “Witchblade Aliens Darkness Predator: Mindhunter (2000)

  1. Witchblade non l’ho mai capita, capisco che una bonazza poco coperta dalla sua “lama stregata” faccia vendere, ma il fumetto mi diceva poco. Un pò meglio Darkness, ma solo perchè i primi numeri erano scritti da quel genio di Garth Ennis 😉 Questi due hanno incontrato chiunque, mi mancava il loro incontro con Alien e Predator, ma nemmeno le altre storie “crossover” che ho letto, niente di così fondamentale… Anzi! 😉 Cheers

    Liked by 1 persona

      1. E allora, se me lo permetti, alla compagnia mi aggiungo anch’io. Anche se, a dire il vero, non proprio per via di Sara “Witchblade” Pezzini e Darkness: a quello che ricordo di averne letto, non mi facevano impazzire ma nemmeno erano da buttar via… nel loro universo narrativo, s’intende. Il loro, appunto, popolato da forze occulte che con Aliens e Predator non ci capano nulla ed è principalmente questo aspetto (oltre a una storia poco ispirata e molto confusa) a non avermi fatto digerire questo cross-over. E’ più forte di me: salvo rarissime eccezioni, la formula magia e supereroi vs alieni e predatori mi è sempre sembrata sensata quanto un branzino con la nutella o un cappuccino con maionese ^_^

        Liked by 1 persona

  2. Fumetto orrendo, mai piaciuto, Alien e Predator praticamente delle comparse, persino la “Huntress” era sviluppata male.
    M
    a comunque Mindhunter è oro colato rispetto a quella porcata colossale che risponde al nome di Overkill

    Liked by 1 persona

  3. In Mindhunter il Predator riusciva in qualche modo a catturare Darkness…e dopo averlo legato ad un tavolo cosa ti aspetti ? che gli strappi la spina dorsale no ? o che magari lo decapiti ? e invece ? una sonda anale, no davvero…
    Peccato perchè quella miniserie era disegnata dannatamente bene……..

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...