Cover di Joëlle Jones
Cover di Joëlle Jones

Nel gennaio 2015 ho salutato con interesse la nascita della testata Lady Killer, se vogliamo la versione Dark Horse Comics della Jennifer Blood targata Dynamite, ma poi mi sono fermato ai primi numeri: ne ho approfittato per approfondire la conoscenza con il volume cartonato del settembre 2015, contenente i primi cinque numeri: scritti da Joëlle Jones e Jamie S. Rich per i disegni della sola Jones.
Scopro che nel luglio 2016 questo volume arriva anche nella distratta Italia grazie alla Panini Comics (Panini Comics 100% HD), al prezzo di 15 euro e con la traduzione di Matteo Mezzanotte.

Josie Schuller possiede due dei tratti che ammiro di più in una persona: sa come gestire un cocktail party e come uccidere qualcuno a mani nude.

LadyKillerTPB_AQuesta presentazione della romanziera Chelsea Cain introduce il personaggio di Josephine detta Josie, amorevole e paziente donna di casa degli anni Sessanta (a giudicare dalle atmosfere) con un marito, due figliolette e un cane, e in più una arcigna suocera tedesca che ha sempre da ridire su tutto. Se già questa non fosse una vita piena, Josie… è anche un’assassina su commissione…
Niente di eclatante o di sordido, semplicemente lavora per l’agenzia di Mr. Stenholm, il classico capoufficio burbero, che le passa piccoli “lavori” tramite il supervisore Mr. Peck. Incastrare un omicidio nella intensa vita di tutti i giorni – con una casa da curare, due ragazzine turbolente da crescere, un marito sornione da coccolare e una suocera impicciona da tenerd a bada – non è per nulla facile, e qui scatta la domanda classica per tutte le casalinghe: come fa a far tutto?
Josie ci riesce, e anche dannatamente bene.

LadyKillerTPB_BUccidere su commissione non è un lavoro piacevole, così a Josie può capitare di dover sistemare un luridone in un ambiguo bar per soli uomini, ma questo è il meno: può capitare che le venga ordinato di uccidere un bambino…
Quando il ragazzino apre la porta Josie è già devastata dai sensi di colpa, ma sono tutti pensieri già affrontati durante gli anni di lavoro. Quando però il bambino la guarda e le chiede se anche lei vuole ucciderlo… be’, la situazione si fa dannatamente spinosa.
Ci sono limiti anche per un’assassina e Josie non se la sente di superarli, anche perché ora c’è un problema decisamente più pressante: Mr. Stenholm teme che non possa resistere a questa doppia vita e incarica Peck di far fuori la donna.
Inizia una guerra di assassini senza esclusione di colpi.

LadyKillerTPB_CUna storia singola divisa in cinque parti perfettamente calibrate, disegnate e scritte con gusto, con trovate deliziose e scene d’azione di alto livello: davvero una bella sorpresa e, a rischio di bestemmiare, preferisco Lady Killer a Jennifer Blood, almeno negli “inizi”: Garth Ennis cerca l’effettaccio e la situazione parossistica, invece qui è tutto di un gusto più delicato che però nasconde un sapore intenso.
Spero torni presto Josie Schuller…

L.

– Ultimi post simili:

Annunci