[Fumetti Erotici] Cimiteria 105 – La mano dell’assassino (1983)

Cimiteria105Già ho raccontato le origini di Cimiteria, l’eroina resuscitata dal gobbo Quasimodo che ora le fa da servitore: un intreccio che mi sono divertito ad omaggiare nel mio ebook Anita Nera e relativo sequel.
Ho scovato questo numero 105 (aprile 1983) della testata della Edifumetto, dal titolo “La mano dell’assassina“.

La ricetta della felicità
La ricetta della felicità

Purtroppo i buchi nella mia lettura sono tanti quindi si va di balzello in balzello. Ora trovo Cimiteria di nuovo al fianco di Quasimodo, ma quest’ultimo è diverso dal solito: è sì gobbo ma con la faccia “normale” e non più il mostro dei primi numeri.
Mentre la donna si chiede se una vita “normale” sia la felicità, il destino ha in serbo per lei un nuovo scossone: durante una corsa a cavallo cade su una falce… e perde la mano destra.

La povera mano di Cimiteria
La povera mano di Cimiteria

Per fortuna c’è il dottor O’Hara, specialista in “trapianti di organi esterni”, che per una cifra spropositata si offre di aiutarla: presa la mano da un’impiccata “fresca”, gliela riattacca in un batter d’occhio.

Cinque dita nuove di pacca
Cinque dita nuove di pacca

Tutto sembra tornato a posto, ma ovviamente come vuole la consuetudine nelle “storie di mani” – quelle storie che ho omaggiato nel mio romanzo Le mani di Madian – nelle cinque dita risiede l’anima del precedente possessore, quindi la nuova mano di Cimiteria comincia a comportarsi in modo autonomo. E… sporcaccione!

Mano curiosa...
Mano curiosa…

Sfogliando i giornali la nostra eroina scopre che Francine Smithson, la donna impiccata a cui apparteneva, era una nota depravata sessuale…

Problemi di mani
Problemi di mani

… ma anche un’assassina!
Così ora Cimiteria va in giro per la città a molestare gli uomini e a cercare di strozzare le donne.

La mano dell'altra...
La mano dell’altra…

La soluzione arriva dal dottor O’Hara, che narcotizza la donna e finge di operarla: la consapevolezza di avere un’altra mano, anche se non è vero, convincerà la donna a dimenticare le perversioni di Francine.
Il sistema funziona e la mano di Cimiteria non le dà più problemi. Ora però… bisognerebbe pensare al resto!

La mano è "pulita"... ma il resto?
La mano è “pulita”… ma il resto?

Spettacolare e inaspettata “storia di mani” come piacciono a me, che fa il paio con un’altra storia “horror-erotica” con protagonista una mano “viva”: La mano mozza (“I Sanguinari” n. 53, maggio 1979).

L.

– Ultimi post su Cimiteria:

– Ultimi post simili:

Advertisements

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...