PaperoForesta3aProsegue il Ciclo Tarzan del Zinefilo quindi mi sembra giusto curiosare nel mondo di Tarzan a fumetti.

Curiosamente i traduttori italiani continuano a chiamare “Paper Tarzan” il brasiliano Pena das Selvas, che abbiamo già incontrato come il Papero della Foresta: cioè Paperoga vestito da Tarzan. Chi segue questo ciclo già ha incontrato il “vero” Paper Tarzan
Nel novembre 1990 uno scrittore ignoto scrive la storia O Vale Das Plantas Carnívoras, disegnata dal brasiliano Eli Marcos M. Leon: arriva in Italia nel numero 1895 del settimanale “Topolino” (22 marzo 1992) con il titolo “Paper Tarzan nella valle delle piante birichine“.

PaperoForesta3bLa famigliola del protagonista assomiglia sempre di più allo spot delle Gocciole: il piccolo e saputello Pennino l’abbiamo già conosciuto, mentre con la fida scimmia Bananao c’è solo da divertirsi… sempre meno che con la zia scocciatrice GloriaJane.
Alla spesa appena fatta manca la minestrina di piante birichine – perché i doppiatori italiani avevano paura che “piante carnivore” fosse troppo violento per i bambini! – così il nostro povero Papero della Foresta deve andare a raccoglierne, finendo in mille rutilanti avventure insieme a Bananao.
E scoprendo che le piante non si chiamano “carnivore” per nulla! (Ovviamente in italiano non si capisce: se sono solo “birichine”, perché cercano di mangiarsi la gente?)

PaperoForesta3cStoriella veloce e divertente come le altre del personaggio: spero di trovarne altre da gustarmi.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci