Dylan Dog 360 – Remington House (2016)

Cover di Angelo Stano
Cover di Angelo Stano

Visto che sul mio blog Il Zinefilo ho da poco iniziato un viaggio nelle peggiori Ghost/Haunted House filmiche, esce proprio a fagiuolo questo numero di agosto 2016 di Dylan Dog: “Remington House“, con gli intensi disegni del milanese Sergio Gerasi.

Dylan Dog 360aLa storica sceneggiatrice Paola Barbato ci porta nelle più classiche delle case del mistero, talmente famigerata per l’efferato crimine che in essa è stato commesso da essere diventata attrazione turistica per chi è in cerca di sensazioni forti. E le guide della casa fanno di tutto per condire di un po’ di spettacolarità il racconto dei fatti di sangue che hanno reso la dimora una così lugubre attrazione.
La crisi però colpisce anche le “case del brivido”, così il padrone può tenere una sola guida delle due attualmente in forze: così la giovane Tara, che non vuole tornare a lavori più umili e meno divertenti, chiede aiuto a Dylan Dog.

Dylan Dog 360bIl nostro protagonista era ancora un giovane poliziotto quando arrivò a Remington House, fresco sipario del massacro della famiglia al suo interno, quindi magari potrà suggerire a Tara qualche macabro particolare per condire le presentazioni turistiche: si sa che i visitatori di certi luoghi vogliono sapere i particolari più scabrosi e sanguinolenti.
Ritornare a Remington House scatena a Dylan tristi ricordi sepolti nella memoria, ma in breve ritorna tutto a galla… anche gli spiriti che infestano la casa, e che da decenni mettono in scena gli stessi omicidi. Ora, però, passano ad un livello superiore di messa in scena…

Riuscire a tirar fuori qualcosa di nuovo da un tema vecchio ed abusato è un onore che mi sento di attribuire alla Barbato: sa presentare una ricetta fresca e piacevole con ingredienti stantii e spesso insapori. Lo stesso però non posso dire che, letta l’ultima pagina, mi sia sentito soddisfatto o “sazio”, ma temo che questo dipenda dai decenni che mi separano dalla mia passione giovanile per la testata.
Sono troppo vecchio per le battute di Groucho – che a 14 anni trovavo irresistibili! – e per lo stile di Dylan, che non riesce più a convincermi: diciamo che è un buon racconto, che pubblicato in un’antologia farebbe bella figura, ma che a leggerlo a fumetti con Dylan non mi regala alcuna emozione.

L.

– Ultimi post simili:

Advertisements

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

2 pensieri su “Dylan Dog 360 – Remington House (2016)

  1. Il tempo passa per tutti, tranne che per i personaggi dei fumetti. In effetti la storia da quello che hai scritto non sembra originalissima, le freddure di Groucho non possono fare poi tanto. Però mi piace questa deriva fumettistica della tua rubrica sulle case stregate 😉 Cheers

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...