Cover di Admira Wijaya
Cover di Admira Wijaya

Continua la nuova barbarica avventura del cimmero più famoso del mondo: la Dark Horse Comics presenta “Conan the Slayer 3“.
A guidarci nel viaggio è Cullen Bunn, sceneggiatore che per la casa dal 2015 sta curando la serie horror Harrow County ma che per la Marvel ha scritto molte grandi avventure di Deadpool, tipo Night of the Living Deadpool (2014) e Return of the Living Deadpool (2015).
Ai disegni c’è il granitico Sergio Dávila, al suo debutto per la DHC: nel suo blog trovate splendidi bozzetti di Conan.

Conan contro Cthulhu!
Conan contro Cthulhu!

È un po’ dura da mandar giù, ma anche Conan a volta prende la sveglia, così lo ritroviamo legato su una nave dopo aver avuto la peggio contro i corpulenti nemici del popolo cosacco che ha accorto il cimmero.
Inizia un noioso fiume di chiacchiere dei personaggi secondari che, purtroppo, ha più l’aspetto del temporeggiamento che della sceneggiatura: dopo due numeri densi, questo terzo episodio è particolarmente vuoto, come se l’autore avesse finito le idee e avesse allungato il brodo per arrivare a quattro numeri.

conanslayer3bComunque dopo infiniti dialoghi inutili torna protagonista Conan, che si libera e inizia ad elargire mazzate come fosse giorno di paga! Ritroviamo così la furia cimmera che ci piace e almeno nelle ultime pagine ci rifacciamo gli occhi con botte da orbi.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci