[Fumetti Erotici] Messalina 86 – Incesto imperiale (1970)

messalina86Dalla vasta collezione di fumetti erotici che ho trovato da Ilaria la bancarellaria, ecco un numero 86 (5 maggio 1970) della testata “Messalina” della milanese Erregi, dal titolo “Incesto imperdiale“.
Ricordo che nel mio blog Myniature presento la statuina di Messalina.

Anno 42 d.C. L’imperatore Claudio ha offerto un festino in onore del principe Guru d’Assiria, il quale al culmine dell’orgia rivela di avere bisogno dell’aiuto di Roma per il suo insano proposito: far sposare tra i loro i suoi due figli, Cosro e Leftis.
Claudio è schifato ma accetta per interessi commerciali, mentre Messalina vuole aiutare quell’anno povera ragazza, che ama la guardia Seddok ma è costretta a sposare il proprio fratello. Così organizza una messinscena e sostituisce l’amica Diana alla ragazza: quando il trucco è scoperto, l’amica finisce male.

messalina86aRe Guru fa costruire una cintura di castità inviolabile da far indossare alla figlia, che però sarà la rovina della famiglia, perché una banda di criminali rapisce la ragazza per strapparle quel tesoro che porta sul ventre.

messalina86bPer fortuna arriva Messalina a salvarla, ma il destino della famiglia è segnato lo stesso, perché fratello e sorella si suicideranno per non sottostare al matrimonio e il padre sarà ucciso per vendetta da Diana, che si toglierà poi la vita.

messalina86cFinisce dunque in massacro una storia nata forse per giocare con un tema pruriginoso ma che esce fuori come un drammone ottocentesco, per di più casto e quindi poco intrigante.

L.

– Ultimi post su Messalina:

– Ultimi fumetti erotici:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

2 pensieri su “[Fumetti Erotici] Messalina 86 – Incesto imperiale (1970)

  1. “Finisce dunque in massacro una storia nata forse per giocare con un tema pruriginoso ma che esce fuori come un drammone ottocentesco, per di più casto e quindi poco intrigante”
    Il che mi sembra una costante per questo tipo di storie che giocavano più sulla singola scena disegnata che sulla vera e propria dissacrazione.

    Liked by 1 persona

    1. Fino al 1970 non potevano neanche mostrare una singola vignetta nuda quindi erano tutte storie che, ogni tanto, puntavano sulla situazione pruriginosa, non mostrata. Quando poi è arrivato il nudo, sembra finita l’ispirazione: per fortuna “Messalina” si è riciclata con storie giallo-thriller.
      Bisognerà aspettare “Cimiteria” per ottime storie horror (anche satiriche) con anche situazioni sessuali esplicite, anche se siamo ancora lontani dai pornografici anni Ottanta…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...