Cover di Stephen Sadowski
Cover di Stephen Sadowski

Il lungo nuovo viaggio di Red Sonja nell’universo Dynamite – con i testi di Michael Avon Oeming, i disegni di Mel Rubi e Stephen Sadowski ai flashback – si è fatto drammaticamente noioso, così recensisco tutto d’un fiato ciò che resta della saga The Return of Kulan Gath: è una porcata. Fine della recensione…

redsonjadynamite17È una inutile storiellina che sarebbe noiosa già in un solo numero, figurarsi in una saga di ben sette numeri! Sonja combatte con gente a caso giusto per giustificare la sua fama, mentre il mago appare sempre nella pagina finale a fare la faccia cattiva. Il resto è solo chiacchiericcio.

redsonjadynamite15aDa notare invece la “bomba”: per la prima (e credo unica) volta la nostra hyrkaniana giace con un uomo! Dispiace che un evento così incredibile avvenga proprio in questa stupidata di saga.
redsonjadynamite15Regola vorrebbe che solo l’uomo che l’avesse battuta in combattimento avrebbe potuto concupirla, ma qui non sembra proprio che Sonja perda: al massimo scivola in acqua mentre combatte (va be’, è sangue e non acqua ma il discorso non cambia): nessuno la sconfigge realmente, ma a quanto pare l’eroina non è così fiscale…

Quarant’anni di verginità persi d’un lampo, senza enfasi e soprattutto con un personaggio inutile, in una storia orripilante: che peccato…
Spero che dopo questo lungo e grave inciampo la Dynamite sappia riprendere le redini del personaggio, come ha saputo fare prima che quel maledetto Kulan Gath facesse capolino…

L.

– Ultimi post simili:

Annunci