Big Trouble in New York (2016) 2

Cover di Daniel Bayliss
Cover di Daniel Bayliss

Novembre 2016, continua lo scontro più epico del mondo dei fumetti: Jack vs Snake!
La grande Boom! Studios presenta l’atteso, incredibile ed irriducibile “Big Trouble in Little China / Escape from New York” n. 2.
Per chi fosse stato scongelato oggi da un sonno criogenico durato cinquant’anni, ricordo che il fumetto fonde i personaggi di 1997: fuga da New York (1981) e Grosso guaio a Chinatown (1986).

bignewyork2aLa storia procede più cazzona che mai, puro divertimento che prende in giro entrambi gli universi narrativi da cui provengono i due protagonisti.
La civiltà è crollata e ormai il mondo è in mano a teppisti motorizzati tipo Mad Max. Il Governo federale è riuscito a salvare un unico frutta della cultura ormai tramontata: voleva salvare il meglio della produzione intellettuale degli Stati Uniti… e invece è riuscito a conservare solo una compilation di successi della cantante country Blind Apple Mary. Guarda caso la preferita di Jack Burton.
Snake ha invece un ricordo diverso: la suonava la radio durante l’assedio di Stalingrado del 1995… nella sua realtà distopica, ovviamente.

bignewyork2bDifendere la struttura dov’è conservata l’ultima traccia della cultura umana è un impegno difficile, soprattutto vista la violenza dei teppisti motorizzati, ma Jack e Snake possono tutto. Soprattutto se al gruppo si unisce Hauk! (Disegnato più simile a Carpenter che a Van Cleef.)

bignewyork2cOgni vignetta è puro divertimento caciarone, sono sicuro che lo sceneggiatore ha sghignazzato dall’inizio alla fine. E alla fine ha voluto calare l’asso: il ritorno di Lo Pen!
Non rimane che attendere i nuovi sviluppi di una saga assolutamente imperdibile.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

3 commenti

  1. La gioia di veder spuntare questo fumetto Carpenteriano su questa pagine, che ogni volta mi esalta tantissimo 😀 Ho guardato le immagini prima di iniziare a leggere (brutta abitudine da appassionato di fumetti) e ho pensato proprio che avessero inserito Carpenter nella storia, in effetti somiglia più a John che a Lee Van Cleef 😉 Poco importa, quando mai arriverà questo fumetto in italia (se mai lo farà) sarà sempre troppo tardi! Cheers

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...