WWE (2016) Then. Now. Forever 0

wwe0

La sempre mitica Boom! Studios presenta a dicembre il numero zero di una saga che omaggia il wrestling: “WWE: Then. Now. Forever“.
Dennis Hopeless ai testi e Dan Mora ai disegni.

Il wrestler Seth Rollins ha organizzato un tris di lottatori, insieme a Dean Ambrose e Roman Reigns, che si fa chiamare Shield. Quando sono insieme, nessuno può batterli.

wwe0aI tre fanno cose strane e dicono cose strane, finché un avversario battuto cerca vendetta fuori del ring, costringendoli a menare duro.

wwe0bI tre vivono e lottano insieme come una famiglia… finché Seth, all’inizio di un incontro, prende una sedia e comincia a pestare gli altri due. Che è successo? Lo scopriremo nel primo numero della serie, a gennaio. O almeno lo farete voi, perché io mi fermo qui.

Gli americani adorano il wrestling e sfornano in continuazione questi fumetti, ma proprio non riesco a capirli, sebbene mi intrighino: cerco storie di lottatori e invece mi trovo di fronte cazzoni inutili che vivono come fossero perennemente sul ring. Ma che personaggi sono quelli che vengono mostrati nella vita quotidiana a comportarsi come fanno davanti al pubblico?
Ogni tanto provo a spulciare qualcuna di queste storie ma sono solo delusioni…

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

11 pensieri su “WWE (2016) Then. Now. Forever 0

  1. La trama di questo fumetto sembra presa di peso dalle trame degli incontri della WWE, amici amici, poi parte una sediata e ciao 😉 L’Amore degli americani per il Wrestling è scappato di mano, è un mondo che mi intriga, ma difficilmente riesco a seguirlo a lungo, in ogni caso i disegni sono molto belli, Triple H in copertina è identico a quello reale 😉 Cheers!

    Liked by 1 persona

    1. Ci provo sempre a spulciare questi fumetti ma davvero, come dici, le trame ricalcano gli show e quindi è roba senza spessore, senza carattere. Il fumetto dovrebbe trovare un suo linguaggio, un suo stile, non fare da semplice volantino pubblicitario per la prossima stagione. Ma magari invece ai fan americani piace…

      Mi piace

      1. Sempre ammesso che poi anche loro (o almeno una parte di loro) non vogliano vedere qualcosa di più, alla fine. Perché leggere sempre e solo del “ring anche fuori dal ring” è un qualcosa che sfiancherebbe chiunque, appassionato o meno (cucir loro addosso delle VERE avventure potrebbe essere un’alternativa: non dico che sia la formula per il successo, chiaro, più che altro è un tentativo di uscire da una strada ormai stantia)…

        Liked by 1 persona

  2. Questo l’avevo adocchiato qualche giorno fa non ricordo dove in giro per la rete.
    Anche io non riesco a seguire il wrestling per più di tot tempo, poi mi scoccia subito.
    Fosse stato un fumetto con vecchie glorie… forse pure pure ci avrei fatto un pensiero^^

    Moz-

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...