Droni (2016) Fanta-attualità

Cover di Stéphane Louis
Cover di Stéphane Louis

Nell’estate 2016 il settimanale a fumetti Lanciostory (Editoriale Aurea) ha portato nelle nostre edicole una sorprendente mini-serie francese di strettissima attualità… anche se spacciata per storia di fantascienza: “Droni” (Drones).

drones1
Cover di Stéphane Louis

Siamo nel 2037 e l’Europa è impegnata in un problema nella lontana Cina: la terrorista cristiana Yun Shao continua ad organizzare attentati nella zona senza che le forze europee riescano ad acciuffarla. La donna combatte in nome di Dio perché ogni straniero invasore esca dalla sua terra, quindi non si fermerà davanti a niente: neanche davanti ai terribili droni che gli europei le mandano contro.
Come è facile intuire, alcuni elementi sono cambiati per parlare di una situazione mondiale sin troppo d’attualità.

Intanto seguiamo la vita dei tre piloti di droni, di base in Danimarca, che prendono la guerra come un videogame. Loro passano la giornata seduti comodamente in un sofisticatissimo macchinario mentre i droni sorvolano Paesi lontani e uccidono a distanza: è proprio la distanza a fare la differenza, perché finito il turno… non ci si sente le mani sporche di sangue. Proprio come spiegato nell’ottimo film Good Kill (2014) con Ethan Hawke.
I piloti non mostrano alcun trauma, al contrario dei soldati, perché in realtà loro non combattono: muovono dei macchinari, tutto qua.

Cover di Stéphane Louis
Cover di Stéphane Louis

La terrorista Yun Shao combatte in nome di Dio mentre i piloti europei massacrano i suoi uomini e, nello scontro, tanti soldati europei perdono la vita e tornano a casa in una bara. Davanti alla quale i genitori, cristiani, cominciano a pensare che si debba fare qualcosa per fermare questo massacro. Magari uccidere gli europei che lo stanno alimentando…
Finché gli integralisti religiosi sono lontani li si può combattere… ma quando il nemico è il tuo vicino di casa, la situazione cambia e non c’è drone che serva.

La storia è spietata e crudelissima, proprio perché i tre piloti protagonisti risultano alla fine molto più “cattivi” della terrorista, perché combattono in modo vigliacco e non amano nulla al mondo se non i loro droni super-tecnologici. Solo quando il terrorismo interno li colpisce, allora si rendono conto che la guerra è qualcosa di diverso da premere “fuoco” su uno schermo…

Cambiate la religione, cambiate la data e la località… e vedete che questa storia è fantascienza di quella buona: quella cioè che usa il futuro per aprirci gli occhi sul presente.

Scheda etrusca:

Droni (Drones) di Sylvain Runberg e Stéphane Louis
– 1. Il futuro di Ade (Le Feu d’Hadès, 08/2015), Lanciostory 2144-2147/2016
– 2. Post Trauma (Post-Trauma, 04/2016), Lanciostory 2148-2150/2016

L.

Annunci

8 commenti

  1. In pratica, visti i pochi decenni di differenza, potremmo tranquillamente dire che Droni è una storia ambientata in un presente per niente alternativo, essendo né più né meno il nostro… posizione altamente critica nei confronti della “guerra tecnologica a distanza” compresa.

    Liked by 1 persona

  2. “la terrorista CRISTIANA Yun Shao continua ad organizzare attentati nella zona senza che le forze europee riescano ad acciuffarla.
    La donna combatte in NOME di Dio perché ogni STRANIERO invasore esca dalla sua terra, quindi non si fermerà davanti a niente”

    C’è qualquadra che non cosa…..

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...