Cover di Nick Robles
Cover di Nick Robles

Ottavo numero di “Kong of Sull Island“. Ci guidano nel viaggio lo sceneggiatore James Asmus e il giovane disegnatore brasiliano Carlos Magno.

kongskullisland8a

La serie in realtà sarebbe finita, ma si procede ad oltranza in attesa dell’uscita del film omonimo, il 9 marzo 2017: non so quanti altri numeri vogliano far uscire, ma la storia è bella che finita nel sesto numero.

kongskullisland8b

Comunque è lo stesso gradevolissimo vedere le mazzate gorillesche che i due kong si danno abbondantemente per tutto questo numero. Malgrado siano una femmina e un maschio, quest’ultimo padre di un cucciolo di kong, non scatta alcuna “scintilla”… se non quella della violenza!
Invece di creare una famigliola sull’isola, visto che gli umani ormai disprezzano le creature a cui devono totalmente la propria sopravvivenza, i due kong cominciano ad aggredirsi pesantemente, e interrompono solo quando due pterodattili ghermiscono il cucciolo. Il turbinio di violenza e sangue riempie tutto l’albo ed è un bene, visto che non sembra esserci altra trama.

kongskullisland8c

Ormai la micro-storia dell’accampamento umano su Kong Island è conclusa, e la solita quota rosa è rispettata: la buona della storia, nonché eroica salvatrice, è una giovane donna e il canone di questi anni Duemila è rispettato. Ovviamente mica una donna qualunque, no: la più umile e incompresa, allontanata da tutti che invece diventa regina. Mica siamo qui ad inventare cose nuove…
Per fortuna gli spettacolari disegni di Carlos Magno ammaliano e riempiono gli occhi e il cuore: è solo per lui che questa saga merita di essere letta. E il mio senso di zinefilo mi dice che sarà comunque meglio del film…

L.

– Ultimi post simili:

Annunci