Progetto VINTAGEROTIKA

Ulula secondo Emanuele Taglietti

Riporto il comunicato stampa di un’iniziativa imperdibile per tutti gli amanti dei Fumetti Erotici italiani.

COMUNICATO STAMPA VINTAGEROTIKA

Il progetto Vintagerotika di Annexia ripropone i generi e i personaggi più rappresentativi delle principali testate erotiche a fumetti dei pocket sexy vintage italiani, testate principalmente prodotte dagli editori Renzo Barbieri e Giorgio Cavedon dagli anni Sessanta in poi, ben radicate nell’immaginario collettivo italiano, con NUOVE STORIE INEDITE. Gli autori coinvolti sono nomi noti al pubblico dei lettori di fumetto. Copertine, storie e disegni sapranno soddisfare il gusto degli appassionati in modo molto eterogeneo, senza però tradire l’essenza vintage del progetto e, soprattutto, il carattere stesso dei personaggi.

Ogni albo (formato pocket 13×18 cm – 40 pagine cadauno) della rosa dei personaggi proposti conterrà anche un breve saggio critico e la cronologia della testata.

I personaggi della prima fase del progetto sono le più famose antieroine dell’horror-sexy made in Italy: Zora la vampira (Stefano Fantelli e Giovanni Talami, copertina di Marco Turini), Ulula (Paolo Di Orazio e Marco Turini, copertina di Emanuele Taglietti) e Lucifera (Fabio Celoni e Alex Horley).

In caso di superamento del GOAL del crowdfunding di 5.500 euro, verrà aggiunto un nuovo albo GRATIS per tutti i donatori, un nuovo personaggio per ogni nuovo obbiettivo di 1.250 €, e saranno nell’ordine: Jacula (Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, copertina di Andrea Jula), Belzeba (Emiliano Pagani e Alessandro Scacchia, copertina di Daniele Caluri), Cimiteria (Nestore Del Boccio, copertina di Fabio Celoni), Sukia (Davide Barzi e Maurizio Rosenzweig, copertina di Andrea Bulgarelli), Naga la maga (autori a sorpresa) e Yra la vampira (autori a sorpresa).

Se il crowdfunding non avrà successo, tutte le donazioni torneranno ai donatori entro una settimana lavorativa.

LINK DEL CROWDFUNDING:

https://www.indiegogo.com/projects/vintagerotika-sex-comics/x/15161501#/

SITO WEB DEL PROGETTO:

http://lacadelavega.wixsite.com/annexia

PAGINA FACEBOOK DI ANNEXIA

https://www.facebook.com/annexiaweb/

VIDEO DI VINTAGEROTIKA

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

12 pensieri su “Progetto VINTAGEROTIKA

    1. Al di là dei disegni, che saranno molto belli, sono fortemente perplesso sul valore delle storie. Oggi è impossibile dire quello che si poteva dire negli anni Ottanta, inoltre la censura è mille volte peggiore: dubito dell’utilità di ricreare qualcosa del genere. Più utile forse sarebbe rispolverare quanto già creato, che giace nelle collezioni private…

      Mi piace

      1. Qui siamo su scale molto diverse: Logan è “diverso” perché mostra quello che fino a vent’anni fa era normale ma ora è eccezionale perché siamo in epoche fortemente censorie. Un’eroina che masturba qualcuno, magari un minorenne, o un personaggio che decapita una donna per poi farci sesso dubito fortemente possa avere spazio negli anni Duemila. E se tutto questo viene tolto… che li si rifà a fare questi personaggi? Non ce lo vedo un film su Cimiteria, la risorta con la vagina che uccide 😀

        Mi piace

      2. Sì e no: alcune produzioni fumettistiche americane sono cose che DIFFICILMENTE una persona “normale” comprerebbe (penso al Chtulu di Moore o la saga di Crossed – mi pare si chiami così), eppure esistono, sono commercializzate e non hanno avuto forti censure

        Liked by 1 persona

      3. Pensa però alla quantità di lettori americani o comunque anglofoni, e pensa a quei quattro gatti che ancora leggono fumetti in Italia. Capisci che la proporzione mette paura…
        Se ho milioni di lettori posso presentare sia il mainstream che l’avanguardia che l’esagerazione, ma se ho qualche migliaio di lettori, magari cresciuti a Bonelli e supertutine, cioè imbevuti di moralismo bacchettone, ma come faccio a presentare storie di rottura?
        Sicuramente i disegni saranno bellissimi perché all’epoca i grandi disegnatori hanno creato tratti distintivi stupendi per le loro donne, ma dubito fortemente che la libertà creativa dei testi avrà anche solo l’ombra di ciò che è stata la “vera” creatività italiana. Non perché davvero esista una censura che lo impedisca – magari! – ma semplicemente perché non credo ci siano numeri sufficienti per premiare un’operazione coraggiosa

        Liked by 1 persona

      4. Come direbbe un certo Dylan, riguardo a questo progetto il mio quinto senso e mezzo prevede un successone di livello almeno pari a quello ottenuto oltreoceano con il “rivestimento” di Red Sonja… conta poco (eufemismo) il livello degli autori coinvolti, dal momento che -appunto- NON avranno più libertà di agire come all’epoca delle pubblicazioni originali.

        Liked by 1 persona

      5. Condivido in pieno. Il fatto che tantissimi fan si avventino sul fumetto erotico d’epoca – e lo dimostra il fatto che i post ad esso dedicati sono ai vertici delle visualizzazioni anche di un piccolo blog come il mio – significa che piace quella libertà che oggi è impossibile. “Denudate” della libertà creativa, rimangono solo belle donnine senza significato.
        E curiosamente neanche ristampare vecchi numeri sembra funzionare: la Vanda.ePublishing ha ripulito e ripresentato tutta Maghella ma non sembra aver funzionato più di tanto. Anche perché la procace protagonista è stata “censurata” in tutte le locandine…
        Il fallimento dei “dylandoghidi” negli anni Novanta ha dimostrato che ripetere operazioni riuscite una volta è un fallimento assicurato. Riporto questo comunicato perché il mio blog è inondato di visitatori in cerca di info sui fumetti erotici, ma non credo minimamente all’iniziativa.

        Mi piace

      6. Nemmeno io: i fan si troverebbero comunque di fronte personaggi diversi da quelli ai quali erano abituati, quindi a che pro? Se però nemmeno la riproposizione della Maghella “storica” ha funzionato a dovere, allora comincio a chiedermi quanto dell’attuale ritorno di fiamma per il fumetto erotico d’epoca vada in effetti ascritto più a un ricordo comprensibilmente idealizzato di quei tempi -quando di certo non censuravano locandine- che a un mai sopito interesse verso il genere…

        Liked by 1 persona

      7. Ovviamente non ho accesso ai dati di ventida della Vanda.ePublishing, e l’aver ristampato (anche se solo in digitale) moltissimi numeri di Maghella potrebbe voler dire che se non altro le vendite hanno coperto i costi. Magari invece è un successo di cui però non si avverte l’esistenza. Però va considerao il fattore “collezione”, per cui solamente i vecchi numeri “veri” valgono, mentre le ristampe sono viste scialbe. E poi sicuramente c’è la curiosità di vedere le donnine nude senza pagare, e questo giustificherebbe il botto di visite che fruttano i miei post sui fumetti erotici, che dubito piacciano per la mia scrittura 😛
        Anticipo un post informativo di oggi pomeriggio dicendoti che l’altro ieri, quando ho pubblicato il post su Vintagerotika, il blog ha superato le 1000 visite in un giorno… tutte “erotiche”! Quindi la curiosità per l’argomento c’è ed è forte, se anche uno sconosciuto blog come il mio viene “assalito”, ma dubito che siano tutti lettori disposti a pagare per ipotetiche nuove storie…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...