John Carter (2017) The End 2

Cover di Juan Doe

La Dynamite continua a colpire al cuore: come Logan, anche l’eroe John Carter viene sbalzato nel futuro per raccontarci un’avventura da anziano. Brian Wood (che abbiamo conosciuto con Aliens: Defiance) ed Alex Cox firmano un gioiello imperdibile: “John Carter: The End 2“, con i particolarissimi disegni di Hayden Sherman.

Dejah Thoris ha attraversato le zone di guerra di Barsoom – quello spettro di città che un tempo, più rigogliosa, lei governava – per raggiungere suo figlio, l’uomo che tutti chiamano Jeddak: imperatore.

Den Thorkar è un dittatore spietato, e ai margini della città si sono formati gruppi armati che cospirano per farlo fuori e riportare la pace su Marte. Tars ne guida uno e quando ritrova il suo vecchio amico John Carter vuole stringere alleanza con lui contro suo figlio.

Intanto nel palazzo imperiale Dejah Thoris viene riconosciuta e trattata da regina quale, in attesa di confrontarsi con quel figlio creduto morto da secoli. L’incontro non è piacevole, l’uomo, il dittatore di Marte, non la tratta da madre: è solo contento che lei e John Carter siano arrivati in tempo… per vedere mentre schiaccia il pianeta sotto i suoi piedi.

Una storia amara e durissima, crepuscolare e splendida: la Dynamite ha creato davvero qualcosa di grosso…

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

3 pensieri su “John Carter (2017) The End 2

  1. Credo proprio che la Dynamite abbia trovato la formula giusta per portare su carta John Carter OGGI, senza stravolgere il personaggio (la sua -e, di conseguenza, quella di Dejah Thoris- disillusa e amareggiata anzianità è coerente col crepuscolo a cui è arrivato quel mondo per il quale ha tanto lottato negli anni della sua gioventù)…

    Liked by 1 persona

    1. Va specificato che da molti anni la casa racconta le avventure di John Carter e Dejah Thoris – nell’ovvia indifferenza della distribuzione italiana – quindi è solo un passaggio di un lungo processo creativo. Un ottimo passaggio!

      Mi piace

      1. Certamente! L’aver trattato per tanto tempo la “golden age” dei due personaggi le ha permesso di padroneggiarli a tal punto da renderli oggi altrettanto credibili in questo loro crepuscolare e amarissimo futuro… peccato che, come da italica prassi, di questo lungo processo creativo dalle nostre parti non si sappia praticamente nulla 😦

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...