Cover di Philip Tan

Seconda tappa del viaggio della nostra vampira preferita in un weird new world, in questo mondo futuro/alternativo dove tutto è censurato – comprese le “parole sporche” nelle vignette – e tutto è “strano”.
Così quando Vampirella svaligia una banca per aiutare un’amica con il suo negozio – in realtà una che ha appena conosciuto – arriva la polizia, ma… è la Clown Police!

In questo delirio di storia ci sono trovate da applauso spelladita, come appunto i poliziotti clown che escono in cento da un’unica auto, coi loro manganelli di gomma, e colpiscono i criminali… a torte in faccia, ovviamente!
Visto che in questo mondo futuro/alternativo sono tutti dei morti viventi, a Vampirella basta dare due schiaffi a un poliziotto per fargli saltare la testa, quindi la scena acquista una valenza ancora più weird.

Il resto della storia è sullo strano andante, o semplicemente schizzato. C’è pure un super-angelo che si prepara i Martini coi cervelli umani, ma mica ho capito chi cacchio sia: forse lo spiegheranno nel prossimo numero.
Il restyle di Vampirella continua a sembrarmi strano: la sua espressione non mi convince e i disegni di Jimmy Broxton sono inquietanti. Non lo so, c’è qualcosa che non mi convince e non so spiegarla: di sicuro questa non è Vampirella, ma solo un esperimento narrativo-artistico che vi si ispira.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci