Elvira (2018) Mistress of the Dark 1

Cover di Joseph Michael Linsner

In questi giorni di luglio 2018 la Dynamite ci fa tornare tutti ragazzi, quando ci chiedevamo chi accidenti fosse la pettoruta protagonista di Una strega chiamata Elvira (Elvira: Mistress of the Dark, 1988): solamente tempo dopo abbiamo saputo che Cassandra Peterson era una presentatrice di film horror molto nota in America. Nota credo principalmente per le sue curve…

Sembra ieri… e invece sono passati trent’anni!

Per festeggiare il trentennale, la regina del pulp a fumetti ha deciso di dedicare una testata alla storica madrina popputa dell’horror fanciullesco.
Elvira: Mistress of the Dark” è scritto da David Avallone e disegnato da Dave Acosta.

Rispettando l’umorismo un po’ troppo bambinesco del personaggio, il primo lunghissimo numero ci guida in un’avventura incredibile. Durante una pausa dalle riprese di un filmaccio su Dracula, Elvira entra nella sua roulotte dove trova una bara magica: ne viene risucchiata e si risveglia… a Villa Diodati nella celebre notte del 1816, ovviamente in compagnia di Mary e Percy Shelley, Byron e John Polidori.

Quella notte a Villa Diodati…

Il gruppo ha dei problemi, un’entità baffuta simile al Principe Drakul, spadroneggia nella villa ed Elvira lo affronta con un anacronismo: lo chiama pornobaffo (pornstache) che è un’espressione resa celebre dalla serie TV “Orange is the New Black“, un po’ troppo nuova per la Mistress of the Dark…

Inondando le vignette di battutine e doppi sensi da cinema parrocchiale, Elvira non ha problemi a rompere la quarta parete e a parlare direttamente ai lettori. Mentre corre, ci chiede se la stiamo leggendo su un fumetto o vedendo al rallentatore in un film, perché l’effetto è decisamente diverso…

Non lo chiamerei un albo divertente, ma forse sono io. Il film non mi fece ridere all’epoca e non mi ha fatto ridere quando l’ho rivisto: questo fumetto è perfettamente in linea con quell’umorismo, che compiuti 10 anni finisce di risultare divertente.

Chissà che con Poe, il mese prossimo, il discorso non migliori.

L.

– Ultimi post simili:

Annunci

10 commenti

  1. Copertina affidata a Joseph Michael Linsner, esperto nel disegnare belle figliole, no davvero come si fa a non voler bene ai tipi della Dynamite! 😉 Cassandra Peterson è un mito, qui da noi è quasi sconosciuta, in pratica l’umorismo di Zio Tibia (ma forse è pure troppo come paragone) e le curve di una pin up, avercene!

    Il personaggio di Elvira è talmente esagerato che potrebbe essere perfetto per un fumetto, potrebbe essere una specie di Deadpool dei fumetti horror, certo ci vorrebbe un po’ di creatività rispetto a quella sfoggiata in questa storia ecco. Cheers!

    Piace a 1 persona

  2. Tra parentesi, prima ancora del film, la Peterson ed il suo personaggio Elvira comparvero in Italia in un paio di episodi della serie “Chips”, all’interno dei quali Elvira duettava con Erik Estrada aiutandolo a risolvere alcuni casi pericolosi, furono quelle le prime occasioni che permisero agli spettatori italiani di conoscere il personaggio.

    Piace a 1 persona

  3. Io il film di Elvira me lo ricordo una boiata pazzesca, da sorriso a denti stretti, però il personaggio (e la Petersen) mi hanno fatto sempre un certo effetto… Chissà perchè. Eh già… Chissà come mai!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.