Predator: Hunters II (2018) 2

Cover di Augustin Padilla

Si avvicina il momento della grande delusione, quando cioè uscirà anche in italia The Predator (2018) di Shane Black, che più passano i giorni più promette molto male. Intanto il maestro Chris Warner ci racconta dei sopravvissuti agli attacchi dei Predator nel mondo Dark Horse: dopo la deludente Predator: Hunters (2017), ecco Predator: Hunters II… ancora più deludente!

L’unica forza della saga è un disegno da paura!

La storia abbandona ogni velleità da universo alieno: siamo in pieno discorso alla nazione.

«A volte penso che l’Afghanistan sia una punizione più che una nazione».

Con il revisionismo storico tipico degli americani, ora ci si chiede come mai una Nazione che non ha nulla come l’Afghanistan sia preda di grandi Nazioni che hanno tutto, e lo stesso vengono a morire qui. Meglio dimenticare la politica da bar e pensare che il Medio Oriente è la patria dei geni della lampada, quelle entità che i locali chiamano djinn.

Anche il Predator si chiede perché tutto il mondo rompa le balle all’Afghanistan

Di sicuro, una Nazione perennemente in guerra da decenni sembra costruita su misura per un Predator…

La Nazione giusta dove collezionare armi

Immancabile il solito ragazzino, perché gli unici mediorientali che gli americani sembrano tollerare sono i ragazzini: appena crescono, li chiamano “teste di stracci” e cercano di ammazzarli. Va be’, abbiamo Atal che è arrabbiato con il djinn che non ha protetto la sua famiglia e ora è disposto a guidare i nostri eroi da lui. Il che dimostra la deriva deludente che la saga ha preso, com’era facile immaginare già dal primo numero.
Come se non bastasse arrivano i federali che vogliono catturare il Predator per rubargli la tecnologia: allora ditelo che non avete voglia di scrivere una storia nuova…

Il Predator riflette pensieroso sulla pochezza di questa storia

Ormai non ci spero più in qualcosa di decente: mi limito a gustare i meravigliosi disegni di questo secondo albo.

L.

– Ultimi post simili:

VISITATE IL MIO NUOVO BLOG ALIENO!

Aliens Main Titolo

Annunci

6 commenti

  1. Ci ha provato Alessandro Magno, Genghis Khan, i russi e gli americani a prendere l’Afghanistan, davvero il territorio giusto per uno Yautja! Consoliamoci con i disegni che sono bellissimi, perché la parte migliore della trama mi sembra la scelta del luogo dove ambientarla. Cheers

    Piace a 1 persona

      • La nuova tendenza della Dark Horse al di fuori del Diavolo Rosso di Mignola: bei disegni senza troppe storie… o magari senza storie del tutto, almeno finché Hellboy continuerà a vendere bene.

        Piace a 1 persona

      • Temo purtroppo che la famosa legge “Facciamo qualcosa per non perdere il copyright” valga anche a fumetti: è chiaro che la casa non ha più alcuna voglia di raccontare i suoi personaggi storici, ma è anche chiaro che vendono così tanto da non poterli mollare. Quindi è un limbo di nullità per tutti…

        Mi piace

    • La Dark Horse negli ultimi tempi sta puntando moltissimo su disegni splendidi e meravigliosi ma con sceneggiature davvero deludenti, ripetendo il grande momento di “stanca” che colpì questo universo a cavallo del Duemila.
      La mia ipotesi è che dopo aver puntato tantissimo su un ciclo di storie enorme (“Fire and stone” e “Life And Death”, 17 puntate l’una!) che con un gesto solo è stato totalmente smerdato da “Alien: Covenant” e dal pazzo Scott senza freni, ora la DHC va con il freno tirato. Come a dire: appena sapremo cosa vorrà fare quel malato di mente di Scott ci regoleremo di conseguenza. (Per più di tre anni la DHC ha fatto muovere senza meta gli Ingegneri in attesa di scoprire che cazzo fossero quei ridicoli personaggi, figli dementi di un padre maligno come Scott.)
      “Predator: Hunters” era la grande occasione del secolo, un soggetto spettacolare e meraviglioso… letteralmente persosi nel nulla. Sei inutili puntate che parlano di niente, e che dal 25 settembre anche i lettori italiani potranno “apprezzare”…
      Visto che anche i romanzi della Titan Books stanno puntando tutto sulla “minestrina riscaldata”, spero di cuore che questo povero universo alieno conosca tempi migliori…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.