Zorro vs Cthulhu (2019)

Cover di Puis Calzada

Nell’agosto del 1890 nasceva Howard Phillips Lovecraft, destinato ad una vita non facile e ad un successo che definire postumo è riduttivo: per festeggiare i 130 anni dello scrittore di Providence, questo agosto – a blog unificati – cercherò di lasciarmi contaminare il più possibile dai media che hanno usato temi lovecraftiani.

La casa American Mythology nel 2019 affida allo scrittore Jason Pell e al disegnatore Puis Calzada una missione impossibile: prendere due personaggi di inizio Novecento fra i più distanti fra loro e farli scontrare. In particolare, il giustiziere mascherato Zorro e il Grande Antico Cthulhu! Ecco dunque “Zorro: Rise of the Old Gods“.

Un’allegra festicciola viene funestata da alcuni loschi figuri che tirano fuori le armi e tengono tutti in ostaggio, ma il terrore dura poco: appena uno di loro, uno straniero dai capelli bianchi, afferra una strana pietra verde – unico obiettivo del gesto criminale – tutti possono andarsene e lasciare i commensali in pace.
Il piano era stato studiato a dovere, ma i criminali non avevano calcolato che alla festicciola partecipava anche Don Diego de la Vega, cioè [Allerta Spoiler!] Zorro! [Fine Spoiler]

Perché nessun criminale pensa mai a Zorro?

Riusciti a fuggire, perché Zorro è solo un fanfarone e al dunque ha saputo solo prendere un sacco di botte, il capitano Agustín organizza un manipolo di soldati da lanciare all’inseguimento, a cui si unisce guarda caso Don Diego, che si sente in colpa per essere sparito proprio nel momento del bisogno. (Strizzata d’occhio.)
Intanto nella casa da cui Mathias Agueros ha rubato la strana pietra verde qualcosa di terribile è avvenuto: come se un’antica creatura si fosse risvegliata.

Anch’io reagisco così, quando mi rubano delle pietre

Anche i criminali in fuga ricevono la visita di creature oscure che li decimano: l’unico che non ha paura è proprio il ladro Mathias, che sembra saperne più di tutti.

Creature permalose, per un semplice furto di pietra

I cattivi superstiti raggiungo la loro destinazione: la città portuale di Antiguo Camino, dove c’è una chiesetta carina carina dedicata al culto dei Grandi Antichi.
In mano alla sacerdotessa Mathias consegna la pietra verde rubata: cioè Ket’ule Ephaii.

Alcune donne preferiscono fiori, altre pietre verdi di Cthulhu

L’arrivo dei nostri alla stessa cittadina non è certo accolto con più entusiasmo, anzi i soldati vengono aggrediti. Don Diego subito corre a mettersi i vestiti di Zorro: perché perdere tutto quel tempo visto che i vestiti non gli forniscono alcun “potere”?
La scena è costruita in modo da far capire che senza il mantello e la mascherina il nostro eroe è impedito…

Prima si mena, poi si fanno selfie

«Mgepog ng nafl. Mgeph’lloig ng…» La sacerdotessa ha mal di pancia o sta invocando i Grandi Antichi: opto per la seconda ipotesi.

Pare brutto chiamare gli Antichi senza avere qualche sacrificio umano pronto

Mathias lascia che la sacerdotessa prenda suo fratello e completi il sortilegio: le creature uscite dal mare si fondono manco fossero dei Space Robot a formare un mostraccione crostacioso.

«Tre mostraccioni ed ecco Cthulhu Robot, Robot
lui usa tutti i mezzi, mezzi
per fare gli altri a pezzi, pezzi
e resta solo Cthulhu Robot, Robot
Nessuno mai lo può fermare» (semi-cit.)

Tranquilli: c’è Zorro! Perso di nuovo tempo a indossare la sua maschera, il nostro eroe affronta gli Dei dell’Abisso… con la sua spadina!

Attento Cthulhu: la spadina di Zorro non perdona!

Deliziosa stupidata divertentissima, puro intrattenimento che lascia la credibilità sullo zerbino ed entra in casa solo per fare caciara. Zorro che cavalca Cthulhu volante è pura gioia per gli occhi, simbolo di un tipo di narrativa pensata per intrattenere più che per venerare gli Antichi.
Spero di cuore che i Grandi Antichi tornino a visitare l’universo di Zorro, e a proposito: buoni 100 anni di vita al personaggio!

L.

– Ultimi fumetti lovecraftiani:

16 commenti

      • Beh, ne “L’incontro di fine secolo” tra le altre surreali cose si diletta a prendere amabilmente per il culo un certo numero di suoi colleghi, per non parlare di un altro racconto breve dove si mette a parodiare l’ingenua space-opera dei primordi, ragion per cui è probabile che si sarebbe divertito pure lui (pure non potendo conoscere le robottoniche avventure di Ryoma Nagare, Hayato Jin e Musashi Tomoe) 😀
        Ora ci manca solo una versione alternativa ancora più folle in cui ci sia un Grande Antico nei panni di una versione di Zorro ad hoc, con tanto di veste, mantello e mascherina (e la spadina, ovvio) in scala titanica: Zthulhu lo spadaccino di R’lyeh, sempre sul punto di essere catturato dal sergente Ghathanothoarcía per riscuotere la taglia messa sui suoi tentacoli 😛

        Piace a 2 people

  1. Io invece ammetto che leggendo il titolo ho escalmano: «Vince Zorro a mani basse!» (storia vera). Gran post sono morto dal ridere anche se mi hai rovinato l’identità di Don Diego 😛 Scherzi a parte, Zorro è ancora al passo con i tempi, non fa nulla senza aver indossato la mascherina 😉 Cheers

    Piace a 1 persona

    • Il concetto di “trash” cambia a seconda di chi lo evoca, quindi non so cosa indichi e questa non mi pare una trashata: è sano intrattenimento che non si prende troppo sul serio 😉
      Trovo improponibili e infantili tutti i film di supereroi, quindi non so perché alcuni siano considerati peggio di altri, essendo assolutamente identici: cattivone, battutine, tante botte in cui non si ferisce mai nessuno, tanta caciara, altre battutine e fine. Ecco, per me questo è trash!

      Piace a 1 persona

    • Avevo da parte un mare di roba ma poi il mese è passato e mi sono stufato. Quel fumetto l’ho sfogliato ma non mi ha detto niente, trovando mortalmente noiosa la versione di Lovecraft non mi è sembrata interessante la copia a fumetti.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.