Halloween 2020 – Snifter of Blood

Cover di Jill Thompson

Inizia la settimana dedicata ai fumetti horror per festeggiare l’Halloween del 2020, anche se in realtà quest’anno di orrori e spaventi ce ne ha regalati tanti sin dall’inizio: è il momento di rilassarci con la paura finta, una volta tanto.

Questo mese la Ahoy Comics presenta un fumetto-rivista dal titolo “Edgar Allan Poe’s Snifter of Blood“, un contenitore di due fumetti brevi e due racconti brevi (anzi, brevissimi), di cui però vale la pena parlare solo della storia che apre il volume: The Black Dog, scritta da Paul Cornell e disegnata da Russ Braun.

Basta coi gatti: largo ai cani nell’horror!

Il celebre racconto di Poe The Black Cat (apparso sul “Saturday Post and Chronicle” il 19 agosto 1843) viene riscritto pensando finalmente al miglior amico dell’uomo: come può un cane nero avere la stessa dose di mefitica e indifferente crudeltà di un gatto? Infatti non ce l’ha: il tocco di genio del racconto sta proprio nell’amore incondizionato del cane!

Un padrone alcolizzato e violento si sente fissato – e giudicato – dal suo cane, che in realtà vuole solo attenzione e amore, e per smettere di sentire quegli occhi fissi addosso ferisce l’animale, facendogli perdere un occhio. Niente può intaccare l’amore di un cane, quindi l’animale rimane lì, amorevole, al capezzale di un padrone infame, che torna alla carica e cerca di impiccarlo e poi gli tira un tizzone ardente: il cane lo afferra e comincia a correre, giocherellone, per tutta la casa… dando fuoco a tutto!

Mai tirare un tizzone ardente a un cane!

Con la sola voglia di giocare insieme al padrone, il cane fa scontare all’infame tutte le sue cattiverie, finché la violenza nei confronti dell’animale è giustamente punita.

Mai sfidare l’amore di un cane!

Una divertente e veloce rielaborazione paradossale del vecchio racconto classico, adatta agli amanti dei cani ma soprattutto un monito contro chi li maltratta (non solo fisicamente).

L.

– Ultimi fumetti di Halloween:

5 commenti

  1. Paul Cornell è uno dei migliori autori che si possano trovare all’opera nel Doctor Who fumettistico, e non lo vedo perdere il suo tocco nemmeno in quest’adorabile “buona” versione canina di Black Cat 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.