The Conjuring (2021) – The Lover (4)

Cover di Bill Sienkiewicz

Era solo questione di tempo prima che la Warner Bros decidesse di far fare il salto di qualità al Conju-verse, il suo universo narrativo nato dai casi dei coniugi Warren che da quasi dieci anni guadagna più di qualsiasi altro prodotto WB del nuovo millennio: è il momento che l’universo si espanda, infestando anche il medium fumetto.

Ecco l’elenco degli eStore dove potete trovarlo a soli 99 centesimi

A luglio 2021 (ma datato settembre!) la testata “DC Horror Presents” ospita una serie di storie brevi nell’universo di The Conjuring sullo stile degli storici fumetti horror d’annata, con tanto di false pubblicità interne che promettono occhiali a raggi X ed invocazioni demoniache che ti fanno rimorchiare in fretta.

La storia principale (a puntate mensili) è The Lover, scritta da David Leslie Johnson-McGoldrick (sceneggiatore di The Conjuring 2 e 3, ma anche di Aquaman) e Rex Ogle, e disegnata da Garry Brown, poi volta per volta ci sono storie brevi legate in qualche modo ad elementi della saga filmica.


The Lover (4)

Non finisce bene l’esperienza universitaria di Jessica, in quel Denvers del 1981: espulsa per aver cercato di uccidere un compagno di corso – quando in realtà sappiamo bene che è stata l’Occultista, la demoniaca entità che la perseguita – la ragazza si ritrova a casa con la madre che la incolpa di aver sabotato la propria vita, facendosi espellere volontariamente. Come spiegare ai genitori di essere innocenti, e che la colpa è di uno spirito malefico?

— Non sono depressa… Sono infestata.

L’Occultista ti segue fino a casa

Disperata perché nessuno crede a ciò che in realtà neanche lei stessa riesce a spiegare, il consiglio giusto arriva dal padre: parlarne con Katie. Non è chiaro se il padre sappia o meno, se cioè faccia la scena di considerare Katie la migliore amica della figlia o se invece sappia bene che è la ragazza che la figlia ama, sta di fatto che Jennifer accetta il consiglio e incontra nel bosco Katie: baciarla servirà a risolvere tutto? Purtroppo no, visto che a presentarsi è l’Occultista.

Lo scontro finale si avvicina

La situazione è decisamente peggiorata, perché Jennifer crede di aver trovato il coraggio per affrontare il demone… invece la vittima è solo la ragazza che ama. Come si risolverà questa vicenda? Lo sapremo il mese prossimo.


Intervallo

Topo tanta drammaticità, arriva l’intervallo a risollevarci il morale, con David Leslie Johnson-McGoldrick che dà fondo al Conju-verse per il suo paginone centrale dedicato ad una pseudo-pubblicità televisiva.

Scuotete le vostre ossa, scheletrini, perché sabato mattina il vostro Zio Ossa (Uncle Bones) ha in serbo per voi un palinsesto da brivido per la JBN (Johnson Broadcasting Network): solo, ovviamente, sul Canale 666 della vostra TV!

Ore 9:00 – “L’Ora del Bagno” con Bathsheba e Vasca (Tubbi). Il gioco di parole è con Bathsheba Sherman, la demone del film The Conjuring (2013), il cui nome inizia per bath-, “bagno”.

Ore 9:30 – Noi italiani siamo specializzati in serie televisive con religiosi che indagano, quindi da noi dovrebbe avere un grande successo il programma “Annabelle & Valak Mysteries“, con protagonista la “suora di paura” di The Conjuring 2 (2016), e la bambola protagonista della trilogia omonima. Le due indagano a bordo della… Carlock Holmes!

Ore 9:45 – Quando Pazuzu o qualche suo compagno di merende ti provoca acidità di stomaco e “giramenti di testa” (occhiolino occhiolino), chi chiamerai? Gli “Incredibili X-orcisti” (The Astonishing X-Orcists), il duo formato dal Prete d’Acciaio (The Iron Priest) e il Padre Volante (The Flying Padre): nessun vomito è troppo verde per loro!


Tales from the Artifact Room:
The Sleeping Song

Torniamo seri, anzi: seri da morire. Dal Museo degli Artefatti degli Warren lo sceneggiatore Ray Fawkes e il disegnatore Christopher Mitten tirano fuori il carillon maledetto, che suona una ninna-nanna davvero particolare, le cui note trasformano chi le ascolta in un omicida sanguinario.

Il carillon che suona la morte

Lo scopre sulla propria pelle una famigliola di neo-genitori. Per far addormentare il neonato suo padre fa partire il carillon… prima di soffocare l’infante. Distrutta dal dolore, la mamma si consola ascoltando quella dolce ninna-nanna… prima di accoltellare il marito.

Cosa spinge il carillon ad uccidere? C’è forse uno “spingitore di carillon“? Pare di sì…

Il diavoletto suonatore

Altro numero imperdibile, altra infornata di creatività con lo scopo di divertire: perché i film non possono essere come questa serie a fumetti?

L.

– Ultimi post DC Comics:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.