Tex 741 BIS (2022) L’eredità del bandito

In questo folle e bollente luglio 2022, combatto il mondo sfondandomi di fumetti.

Cover di Claudio Villa

Il nuovo BIS Bonelli di questo caldo luglio 2022 tocca al Tizzone d’Inferno nazionale, con il numero 741-BIS della testata “Tex“.

Per fortuna il mio odiato Boselli è occupato a far danni nella serie regolare, così questo speciale L’eredità del bandito può essere affidato al bravo Pasquale Ruju, romanziere nerissimo che a mio giudizio non sbaglia un colpo quando cuce addosso a Tex delle storie noir con più personaggi: invece di limitarsi a Tex e Carson che passano decine di pagine a ripetere i loro tormentoni, Ruju crea loro intorno personaggi con varie sfumature di nero e sceneggiature che adoro.

Il tutto è impreziosito dai disegni dello storico dylandoghiano Giovanni Freghieri (quello di Dellamorte) già autore del Texone di giugno: cosa chiedere di più?

Si parte dal Wupatki Pueblo, nell’Arizona, dove il nostro ranger preferito ha costretto il bandito Vincent Lamar con le spalle al muro, anche se acciuffarlo sarà impresa decisamente più complicata del previsto.

Sappiamo che succede ai cattivi che parlano troppo

Non è certo una sorpresa per nessuno che il bandito soccomberà sotto i colpi di Tex, visto che rifiuterà di arrendersi e continuerà a sparare, così dopo un po’ a Buckeye la vedova Lamar riceve gli oggetti personali del marito. Ma la donna non si strugge certo dal dolore.

La vita di Gillian è stata un inferno sin dalla fatale notte in cui Lamar le ha ucciso il marito e l’ha portata via con sé, lasciandole solo la figlioletta in fasce. Ora finalmente le due donne, madre e figlia cresciuta, sono libere, anche se l’ombra dei complici di Lamar è sempre su di loro.

Nessuno verserà lacrime per il bandito Lamar

Intanto, però, arriva il cacciatore di taglie Julius Brody, una vile canaglia che non è disposto a perdere i soldi della taglia su Lamar, sfumati per colpa di Tex: ti pare che quel bandito matricolato non si è messo da parte un po’ dei frutti di tante rapine? Sicuramente a casa Lamar ci sarà un tesoro, basterà far parlare la vedova.

Proprio nel momento in cui credeva di essere uscita dall’inferno, Gillian ci ricade dentro, con in casa uno spregevole criminale mascherato da cacciatore di taglie che minaccia lei e sua figlia, pretendendo un inesistente tesoro: l’unica cosa che l’infame Lamar le ha lasciato è la sua pistola dopo morto… e forse è l’unica cosa che ora può essere utile.

Non c’è un attimo di pace, da quando casa Lamar ha perso il proprietario

Qualcuno a casa Lamar porta jella, perché se non bastasse l’infame cacciatore di taglie arrivano pure i complici del bandito, capeggiati da Clay Cisco: ma cos’è, una convention sul banditaggio? Tutti nel West sono convinti che Lamar avesse chissà che tesori nascosti in casa?

Inizia un balletto di sangue e paura intorno alla casa della grintosa Gillian, fra banditi, cacciatore di taglie e Tex che si muovono sul palco di questo noir veloce e ghiotto, tutti spinti dagli elementi base del genere: oro e odio.

Questa casa non è un albergo per criminali!

Forse nella parte finale la storia si prende un po’ troppo respiro e qualche “allungatura” di troppo, ma lo stesso è stata una piacevolissima lettura, come sempre quando Tex è gestito da Pasquale Ruju.

Come capita spesso con l’autore, Tex non è il solito protagonista assoluto che parla per pagine intere, bensì solo un personaggio di una storia corale tinta di nero. Per me, questo speciale è un’altra tacca sulla Colt di Ruju.

L.

– Ultime letture di questo bollente luglio 2022:

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.