Alien Marvel 2022 (1)

Cover di Bjorn Barends

Si riparte con il viaggio della Marvel nell’universo alieno, con sempre Phillip Kennedy Johnson alla sceneggiatura (anche se sarebbe stato auspicabile un autore con idee meno banali) e il brasiliano Julius Ohta ai disegni. Stavolta però, al contrario dei due capitoli precedenti, la numerazione riparte da 1, così da creare casino.

Un ologramma ci dà il benvenuto all’edizione del 2205 della Conferenza per l’innovazione umana tenuta dalla Weyland-Yutani su Tobler-9, che però dovrà chiudersi velocemente… per una leggerissima infestazione aliena.

Saltiamo al 2217 sul pianeta Europa-5, un paradiso terrestre dove Freyja zompetta felice fra i monti mentre i suoi amici Seth, Nora, Astrid ed Eli leggono, dipingono e fanno gli intellettuali: ovviamente sono tutti sintetici!

Dopo un colpo di mano non riuscito e svariati morti, il generale George March riesce ad attirare l’attenzione dei cinque sintetici.

Dei tipetti difficili da raggiungere

Il generale ha disturbato i sintetici di Europa-5, un pianeta dall’atmosfera tossica per gli umani proprio perché non sono i benvenuti, perché ha bisogno del loro aiuto. Sul pianeta-granaio Demeter-2 un incidente nucleare sta distruggendo tutto, con il rischio che decine di pianeti soffrano la fame… Oh, solo a me sembra un’eco dello Stato-granaio Ucraina che ha rischiato di affamare mezzo mondo che da quel grano dipende?

Comunque il generale informa i sintetici che la soluzione di tutto si trova su Tobler-9, un pianeta abbandonato perché a forza di farci esperimenti al di là di ogni etica la Weyland-Yutani l’ha massacrato, e ora è in mano agli xenomorfi.

Gli unici abitanti attuali di Tobler-9

Fra i tanti esperimenti condotti dì dalla Compagnia c’è una sostanza che promette di annullare l’effetto delle radiazioni, ma per recuperarla serve qualcuno che risulti indifferente agli xenomorfi: una squadra di sintetici sarebbe la soluzione migliore. E per convincere i vari membri, in palio c’è la cittadinanza della United Systems – va infatti ricordato che siamo nel nuovo universo alieno, quello della Guerra Fredda spaziale creato da William Gibson.

Essere considerati cittadini invece che suppellettili invoglia parecchio i nostri eroi, che però capiscono non sarà facile recuperare il balzano esperimento della Weyland-Yutani… l’uovo anti-radiazioni!!!

L’esperimento più balzano della Compagnia!

Inizio interessante: speriamo che, come al solito, non si rovini strada facendo.

L.

– Ultimi post “alieni”:

VISITATE IL MIO BLOG ALIENO!

Aliens Main Titolo

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.