Blade (2022) Vampire Nation 1

Cover di Valerio Giangiordano

È noto che il pessimo film Blade: Trinity (2004) nasce da tanti errori, uno dei quali è stata la guerra fra Wesley Snipes, in pieno delirio di onnipotenza, e la New Line Cinema: l’attore voleva che fosse il suo film, roba seria come i precedenti due, mentre la casa voleva roba gggiovane per gggiovani. Il risultato ha scontato tutti, perché è robaccia stupida. Ma ha segnato l’inizio del crollo verticale di Snipes.

In Italia se evadi il fisco ti battono le mani, tanto coi arriva il condono e scurdamm’ce ’o passato: curiosamente in America vai in galera. Che Paese strano. Durante il processo Snipes gira alcuni filmacci in Romania, di cui ho parlato nel Zinefilo e che potete vedere replicati su vari canali TV: essendo prodotti che costano uno o due euro, li vedrete mille volte in palinsesto, al contrario dei film di serie A di Snipes, costosissimi e quindi pressoché ignoti al pubblico generico italiano.

Il processo finisce, vanno in galera Snipes e pure gli avvocati, ma tutti tranquillizzavano l’attore: stai sereno… che appena esci Blade 4 sarà tuo! Sì, contaci proprio…
Tutto ciò che ha trovato Snipes una volta uscito di galera è stato qualche collaborazione sparsa e roba come Armed Response (2017), inadatto alla vita umana.

Variant Cover di Gabriele Dell’otto

Nel frattempo però l’universo cinematico Marvel ha fatto passi da titano, e per il 2024 è previsto un Blade: sarà interpretato dal sessantenne Snipes? Ovviamente no, IMDb attesta il cinquantenne Mahershala Ali nel ruolo protagonista. Ma è chiaro che il personaggio, nel suo rispolvero a fumetti in vista del film, debba avere la “veste grafica” resa mitica da Snipes. Onestamente dubito che Blade avesse anche solo un decimo della sua fama prima del film di Stephen Norrington del 1998.

Lo scorso 16 novembre 2022 la Marvel ha presentato il primo numero di “Blade: Vampire Nation“, con cui Mark Russell dà una rinfrescata al vampiro-cacciatore-di-vampiri, aiutato da Dave Wachter ai disegni.

Un riassuntino iniziale mi spiega che Dracula ha fondato una nazione di vampiri, Vampyrsk, di base a Chernobyl – che in fondo è un bel posticino, solitario e bucolico – ma le Nazioni Unite e gli Avengers riconosceranno la Nazione solo se… a fare da sceriffo locale ci sarà Blade. Già rido!
Secondo voi sarà un caso se proprio nel 2022 si inventano un popolo di vampiri violenti che si insedia con la forza in Ukraina…?

Aggiornate il vostro navigatore!

Siamo dunque a Stravmor, capitale del Regno Vampiro, e un attentato ha appena ucciso un vampiro che all’ultimo secondo aveva preso il posto di Dracula nella bara da viaggio. Chi è stato così ardito da organizzare un attentato a Dracula in persona? Vlad decide che è un caso per lo sceriffo Blade, anche se questi dà chiaro segno di disprezzarlo.

Ispettore Blade: il caso Dracula è tuo!

Risolto il caso sembra finita qui, malgrado infatti il numero “1” in copertina – che la Marvel mette a prescindere – questo sembra un classico one shot per lanciare un personaggio altrove. Sicuramente con l’anno nuovo sentiremo ancora parlare di Blade, in vista del film del 2024.

Ci sarà una comparsata di Snipes? Lo speriamo tutti.

L.

– Ultime letture di novembre:

5 commenti

  1. Si sono inventati questa menata dello sceriffo guardando all’attualità e per infilare Blade tra le fila dei Vendicatori, proprio per dargli visibilità presso i più giovani che un film del 1998 non lo ricordano e purtroppo toccherà loro – forse – il Blade di Mahershala Ali, eternamente rimandato. Ogni volta che compare nei fumetti, mi viene voglia di rivedermi i primi due film, anzi più il primo forse, povero Wesley Snipes e poveri anche noi! Cheers

    Piace a 1 persona

  2. Caro Luc-ifer-ius, immagino avrai notato l’omaggio al numero cinque del Napoleone SBEllico
    (Racconto d’autunno) nel kitchen cabinet di Dracula. Ambrosini e Casertano avevano apparecchiato una tavolata di tutte le versioni di Vlad e noi della House of Ideas abbiamo preso e rielaborato. Le note sono sette alla fine. Abbiamo un Lettore di Riferimento che ti assomiglia ed infatti abbiamo scelto un disegnatore che ricordi sia Andrea Mutti sia Ramon Bachs perchè sappiamo che un albo dove tutti gli hombres sembrino The Rock e tutte le senoritas Jesica Biel ti fanno sganasciare come un cavallo di Jacovitti. Confesso che uno dei consiliori + giovani – lo abbiamo strappato alla Fantagraphics dove faceva uno stage – per darsi un tono ha proposto di far disegnare Blade in stile Altan, ma la posse del “meat & potatoes” lo ha guardato come avesse proposto di fare Orgoglio e Pregiudizio con Ryan Reynolds nei panni di Darcy.
    Noi siamo molto ottimisti sul prossimo Blade al cinema. Abbiamo scelto il protagonista dopo aver visto Green Book. Ti anticipo che sarà una storia di denuncia e riscatto. Blade fa da autista ad un vampiro vegetariano millenario depresso attraverso i luoghi in cui era stato umano. Ti piacerà, ciao cioa

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.