Archivi tag: Il Camionista

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 70 – Il rompiballe (1986)

Dopo diversi post sulla mitica testata “Il Camionista” della Edifumetto (in seguito Editrice Squalo), ecco il numero 70 del dicembre 1986, dal titolo “Il rompiballe“.

La serie ormai non ha assolutamente niente da dire e non prova nemmeno a sforzarsi. Sono storielle che sarebbero insufficienti anche i filmetti scollacciati dei primi anni Ottanta.

Mario il Vergone conosce un giovane camionista combinaguai e deve tirarlo continuamente fuori da alcune situazioni imbarazzanti: tutto qua…

L.

– Ultimi post simili:

– Ultimi post erotici

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 52 – Susanna, figona tutta panna (1985)

Dopo diversi post sulla mitica testata “Il Camionista” della Edifumetto (in seguito Editrice Squalo), ecco il numero 52 del giugno 1985, dal titolo “Susanna, figona tutta panna“.

Il nostro Mario Vergone è seccato perché gli tocca guidare un pullman per portare dei vecchietti in gita, ma scopre che la guida è una morona tutta curve. La concupisce per tutto il viaggio ma lei non ci sta, e alla fine si scopre l’arcano: il fidanzato le ha imposto la cintura di castità!

Grazie a un ladruncolo che conosce, Mario fa togliere la cintura alla donna e comincia una maratona sessuale da primato.

Diciamocelo, non è che queste storie fossero molto elaborate: in pratica è una serie di situazioni in cui mostrare scene pornografiche a casaccio…

L.

– Ultimi post simili:

– Ultimi post erotici

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 23 – La bella portinaia (1983)

Dopo diversi post sulla mitica testata “Il Camionista” della Edifumetto (in seguito Editrice Squalo), ecco il numero 23 del gennaio 1983, dal titolo “La bella portinaia“.

Fumetto al minimo storico. Mario Vergone si ritrova a consegnare benzina in un condominio in cui la portiera è molto disponibile, aspettando l’arrivo dei vari lavoratori per ripassarseli tutti.

Bla bla bla, casini vari e alla fine quella tra il Vergone e la portiera è l’unica scena “calda” del fumetto.
Un numero proprio da dimenticare.

L.

– Ultimi post simili:

– Ultimi post erotici

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 21 – Fottobello (1982)

Dopo diversi post sulla mitica testata “Il Camionista” della Edifumetto (in seguito Editrice Squalo), ecco un supplemento al numero 21 del novembre 1982, dal titolo “Fottobello“.

Forse qualche mio coetaneo ricorderà il successo della trasmissione televisiva “Portobello” condotta da Enzo Tortora – prima del suo calvario giudiziario – così non stupisce trovare Mario Vergone e i suoi amici intenti a guardare il suo emulo: “Fottobello” condotto da Colomba.
Qui la procace signorina Tiramisù Domenica racconta di essere stata salvata da un incidente grazie ad un solerte camionista di nome Mario, e di volerlo ringraziare in trasmissione: il nostro eroe dunque dovrà entrare nel rutilante mondo degli studi televisivi.

Scambiati gli studi per un bordello, Mario e il suo amico passano a copulare con qualsiasi donna incontrino, senza che questa opponga la minima obiezione…

Esce però fuori che la trasmissione è un trucco della donna e di suo marito per attirare il camionista buon samaritano. Dall’auto infatti sono spariti dei gioielli e la donna è convinta sia stato Mario.
Indagando insieme però il vero colpevole viene acciuffato e così Tiramisù può tener fede al proprio nome…

L.

– Ultimi post simili:

– Ultimi post erotici

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 29 – Cose turche (1983)

Camionista29Dopo diversi post sulla mitica testata “Il Camionista” della Edifumetto (in seguito Editrice Squalo), ecco un supplemento al numero 29 del luglio 1983, dal titolo “Cose turche“.

Il nostro eroe Mario Vergone riceve un telegramma dalla Turchia che lo avverte di un’eredità che lo sta aspettando: non è che siamo di fronte alla tecnica vista in Tototruffa ’62? Pare di no…
La madre di Mario faceva l'”intrattenitrice” (leggi “prostituta”) laggiù quindi magari c’è qualche parente sconosciuto da cui ereditare: il camionista si fa assegnare un trasporto per la Turchia e parte con l’amico Bisonte.

Un'amica speciale, per coperto e coito
Un’amica speciale, per coperto e coito

Dopo una puntatina da un’amica di Ancona, con coperto e coito, ci si imbarca su traghetto e si ammazza il tempo con ulteriori coiti, stavolta con una autostoppista diciottenne che si finge vecchia per non essere importunata: non sembra funzionare…
Sbarcati in terra turca, i due camionisti incontrano Abdul Checul (complimenti per il nome!), l’avvocato che ha spedito la lettera a Mario e che ora gli mostra l’eredità: un ricco palazzo… noto per i suoi spettacoli erotici maschili!

Camionista29_BPoco male, una volta preso possesso del palazzo si cambia musica, ma il problema è che una clausola dell’eredità vuole che Mario si sposi con una turca, altrimenti niente palazzo. Visto che il camionista non ha alcuna intenzione di sposarsi, al di là di nazionalità ed eredità, l’avvocato Checul gli propone un trucco: si sposa e poi divorzia subito.
Ovviamente la puzza di truffa si sente bella forte, e infatti appena sposato il Vergone viene arrestato: il palazzo è pieno di debiti e ipoteche!

Con l’aiuto del fedele Bisonte e della giovane straniera che si è ripassato sul traghetto, tutto andrà per il meglio e si torna in Italia… dall’amica di coperto e coito!
Una classica storia anni Ottanta, però c’è una cosa che non capisco: perché l’avvocato specifica che in Turchia si può divorziare? Si poteva fare anche in Italia, all’epoca. Forse si riferiva al fatto che si poteva fare velocemente…

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA (NS) 8 – Nuova Serie (1988)

CamionistaNS8Dopo diversi post sulla mitica testata “Il Camionista” della Editrice Squalo, ecco un numero dalla “nuova serie”: il numero 8 (agosto 1988) dal titolo “Dieci giorni senza farlo andare”.
Il tutto introdotto e seguito da una donnina nuda: fotografata, non disegnata.

Il nostro ben noto eroe Mario Vergone si è attardato nel riportare il suo camion in ditta, la Trasportango, e si ritrova a mezzanotte a guidare per vie solitarie. La radio avverte che il passaggio di comete crea strani effetti di luce nel cielo e Mario scende dal camion per gustarseli.
Risalito, scopre che la radio sta raccontando che un’antica leggenda narra che chi fissa quelle luci nel cielo, come ha appena fatto lui, può diventare omosessuale o impotente!
(Un curioso luogo comune degli ignorantissimi anni ’80 accomuna questi due fenomeni totalmente diversi tra loro: potete trovare questo stupido modo di pensare in molti film italiani del periodo.)

Come potete ben immaginare… a volte le leggende sono vere!

CamionistaNS8aPresentatosi dall’amica Antonella per una intera giornata di olimpiadi del sesso, Mario scopre ben presto che il suo “atleta migliore” non vuol saperne di scendere in campo: per la prima volta nella sua vita, il Vergone è impotente!
Altri hanno visto quelle luci nel cielo, e infatti Rino – il direttore della Trasportango e quindi capo di Mario – diventa d’un tratto omosessuale e cerca di portarsi a letto tutti i suoi dipendenti, licenziando chi non ci sta.
Come la celebre epidemia zombie provocata dalla cometa, una epidemia ben peggiore è in corso: e anche in questo caso tocca ricorrere a qualche professorone.

Affidatisi al professor Antonio Salati, esperto planetario, ben presto la situazione si risolve da sola: altro che centomila a visita che pretendeva il professorone!

CamionistaNS8bDiscorso diverso per Rino, vittima di omosessualità da cometa. Per evitare che distrugga la ditta, nella sua ricerca di un amante, viene legato come un salame e la dirigenza passa a sua moglie, che all’inizio sembra imbranata ma poi ci prende gusto e porta avanti ottimi affari. Insospettito, Mario va a casa del capo… e lo trova ancora legato, benché guarito.
Mentre i due coniugi appianeranno le questioni aziendali, il nostro eroe torna alla vita di sempre: il Vergone non si ferma mai!

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 1 – Il Mario Vergone (1983)

Camionista1Visto che i post con protagonista il trasportatore Mario Vergone vanno per la maggiore, ve ne regalo un altro: addirittura il primo numero della collana “Il Camionista” della Editrice Squalo.

Ecco dunque il mito delle origini, come cioè il nostro eroe Mario Vergone dall’ufficio di collocamento viene indirizzato al luogo di lavoro dove rimarrà per tutta la collana: la Trasportango.

Camionista1aConosciamo così il signor Rino, il proprietario, e la imbranata signorina Cazzaniga, storicamente desiderosa delle attenzioni del Vergone sempre negate.
Questo primo giorno però si presentano in due per lo stesso lavoro, così il nostro eroe dovrà gareggiare con un rachitico maligno camionista per ottenere il posto. Sarà una sfida sporca e piena di colpi bassi, ma alla fine il nostro eroe – tra una mangiata e una copula – riuscirà ad arrivare primo e ad entrare alla Trasportango, dove rimane a vivere nella stanzetta del custode.
Presentandosi, scopriamo che Mario è nato ad Istanbul nel 1950, da padre camionista italiano e madre “professionista” turca.

Onestamente la storia è tirata per le lunghe con intere pagine totalmente inutili alla narrazione: è una storia da 50 pagine spalmata su 100.

Contadina curiosa...
Contadina curiosa…

Due di numero le scene di sesso, il che fa pensare che queste pubblicazioni erano più interessate alle battutine da caserma e alle situazioni da barzelletta, piuttosto che al sesso, sebbene molto più esplicito rispetto alle pubblicazioni degli anni Sessanta e Settanta.
Spero di riuscire a trovare altri numeri di questa collana, così da continuare a raccontare le avventure del camionista Mario Vergone.

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA (NS) 3 – Il racket (1987)

Camionista3Visto l’enorme successo riscosso dagli altri tre numeri recensiti – Il buco della Bernarda, Sexy Tour e Piano… forte – torno a parlarvi della testata “Il Camionista” della Editrice Squalo con questo numero più recente: il n. 3 del novembre 1987 (anno VII), “Il racket“.

Alla ditta Trasportango è giornata di festa. Mario Vergone e il suo fido collega ed amico Bisonte scoprono che la loro ditta concorrente, la Supervelox, ha svenduto a loro un contratto ricchissimo: ovviamente il nostro eroe sente puzza di bruciato.
A pensar male ci si azzecca sempre, e infatti appena i dipendenti della Trasportango iniziano a lavorare sulla nuova commessa, accadono degli strani incidenti. Risulta chiaro che è stata tutta una trappola per incastrare i camionisti rivali.
Mario e la sua fidanzata e collega Camilla fanno da esca per far uscire allo scoperto gli uomini della Supervelox così da affrontarli… con un carico di letame fumante!

Mario e la sua fida collega Camilla
Mario e la sua fida collega Camilla

Le acrobazie sessuali del Vergone con la sua Camilla fanno da intervallo ad una storiella molto lineare, che ovviamente ha più l’aspetto di un riempitivo che di una sceneggiatura.
Se però la testata è durata tutti questi anni, evidentemente un minimo di successo l’ha avuto.

Chiude l’albo una storia breve, “L’onorevole pornostar“, si svolge nel piccolo paese di Kroningen, ai confini con la Svezia, dove a sorpresa il risultato di alcune elezioni lascia tutti senza fiato: ha vinto la pornostar Britte Ukland, in arte Kokkinen.

Un programma politico onesto!
Un programma politico onesto!

Per nulla intenzionata a dimettersi, la diva si presenta in Parlamento dando spettacolo del proprio corpo nudo, e quindi al suo partito non rimane che una soluzione… radicale. Un bel candelotto di dinamite nel vibratore, e il caso è risolto!

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 3 – Piano Forte (1981)

Camionista03Visto l’enorme successo riscosso dagli altri due numeri recensiti – Il buco della Bernarda e Sexy Tour – torno a parlarvi della testata “Il Camionista” della Edifumetto con questo numero 3 (maggio 1981): “Piano… forte“.

Il nostro eroe trasportatore, Mario Vergone, sta affrontando i rigori invernali per consegnare un pianoforte alla villa in montagna dei conti Tresoldi Spazzola.
Galante come sempre, Mario aiuta una riccona con l’auto in panne e flirta con lei sebbene sia una altolocata con la puzza sotto il naso. Così facendo si attarda e non trova più una stanza per dormire in paese: non gli va male, visto che trova accoglienza nell’istituto di Erika Golasson. Un istituto femminile…

La classe non è acqua!
La classe non è acqua!

La serata si fa problematica per il Vergone: così tante ragazze da ripassare e così poco tempo…
«Voi due strofinate qui. Voi succhiate là. Voi fatevi palpare qua.» Più che un camionista, Mario si trasforma in vigile urbano per risolvere la serata con l’intero istituto femminile!

Finalmente l’indomani è a alla villa Tresoldi Spazzola e incontra di nuovo l’altera donna che ha aiutato in strada. Lei continua a trattarlo male ma è ovvio che è cotta di lui: con una scusa costringe Mario a passare la notte a casa sua, così da concupirlo con calma. Però il Vergone ha già puntato altrove…

Occhio a cosa mettete nel minestrone!
Occhio a cosa mettete nel minestrone!

Ovviamente il pianoforte neanche si vede, in questa storia. La notte in casa dei conti passa in un triangolo sessuale: Mario deve “sistemare” la contessa mentre il marito lo guarda dallo spioncino della porta, più interessato a lui che a lei.
Ritornato a casa, Mario potrà rilassarsi con gli amici in osteria.

Una serata intensa
Una serata intensa

Storiella divertente e velocissima, con una trama aleatoria e non necessaria: è un insieme di scenette da commedia boccaccesca all’italiana, come saranno gli anni Ottanta del fumetto erotico nostrano.

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] IL CAMIONISTA 27 – Sexy Tour (1983)

Camionista Sexy TourEcco un’altra avventura di Mario Vergone, l’autotrasportatore più virile del mondo, nel numero 27 della sua collana targata Edifumetto: “Sexy Tour” (1983).

Il nostro eroe parte con il suo camion per consegnare un carico di tubi, ma il viaggio dura poco: una gomma a terra costringe lui e il suo amico Bisonte a fermarsi a Ferrara. Non prima di aver scacciato un “sociologo” che ha tentato di rimorchiarlo per strada, in una misteriosa pagina senza senso e non molto lusinghiera per i sociologi.

A Ferrara i due amici riescono a trovare una camera in albergo con molta difficoltà, per via del passaggio del Giro d’Italia. Comunque non ci sarà tempo per dormire: due panterone ben disposte bussano alla porta e passeranno il resto della notte a tenere impegnati i due amici.

Vantaggi del Giro d'Italia
Vantaggi del Giro d’Italia

Come mai quelle due donne si sono presentate così, senza motivo, alla loro porta? La domanda del Vergone trova la risposta il mattino dopo: le due allegre ragazze sono state pagate da un losco figuro per fiaccare i due amici, scambiati erroneamente per due ciclisti del Giro.
Lo sporco trucco non funziona, ma intanto il nostro eroe riceve un nuovo ingaggio: usare il proprio camion per trasportare le biciclette di riserva. Tra incidenti rocamboleschi – in cui Bisonte arriverà seconda alla tappa del Giro d’Italia! – prosegue la storia fino alla sua naturale conclusione: Mario e Bisonte si fingono di nuovo ciclisti per attirare le panterone insaziabili.

Storia semplice se non proprio sempliciotta, tipica degli anni Ottanta italiani. Se non altro non è pretenziosa…

L.

– Ultimi post simili: