Archivi tag: Lucifera

[Fumetti Erotici] Lucifera 78 – Il purgatorio (1975)

Torno nel mondo dell’affascinante “Lucifera” per questo numero 78 (dicembre 1975) dal titolo: “Il purgatorio“.

Per liberarsi dal convento dove è stata rinchiusa per ordine del vescovo di Colonia e per vendicarsi di lui, Lucifera spinge le monache isteriche al furore uterino. L’abate Fulrado, suo complice, le dichiara indemoniate e le esorcizza alla presenza dello scabino.

E come si esorcizzano le donne? Con una purga… Capito il gioco di parole con “purgatorio”?

Nessun fluido corporeo rimane estraneo a questa storia, anche se siamo ancora in tempi castigati e non c’è mai nulla di esplicito. Però è anche particolarmente noiosetta, con le suorine che fanno le peggio cose come in un classico film pecoreccio italiano. Lucifera ha fatto di meglio…

L.

– Ultimi post su Lucifera:

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] Lucifera 13-14 – I cavalieri teutonici (1977)

luciferacollezione13

Torno nel mondo dell’affascinante “Lucifera” per questa collana “Lucifera Collezione“, che nel doppio numero 13-14 (luglio 1977) presenta una lunga avventura: “I cavalieri teutonici“.

Troviamo Lucifera e Faust in viaggio per tornare in Turingia, ma durante il percorso incontrano una strega che mette in guardia l’uomo dalle lusinghe diaboliche della nostra eroina. «Questa donna non è colei che credi: appartiene al Demonio!»
Lucifera non la prende bene…

luciferacollezione13aPer ripararsi da una tempesta di neve i due viaggiatori cercano ospitalità nel misterioso castello della duchessa Anna di Splügen, nobile ed algida signora che vive sola da quando il marito è partito per le Crociate. Non prima ovviamente di averle applicato la cintura di castità, marchingegno che Faust impiegherà pochi minuti ad aprire, pur senza volere alcun tipo di ricompensa in cambio.
Vallo a spiegare al duca, che sceglie proprio quella notte per tornare a casa!

luciferacollezione13bScoperta la moglie a letto con un servo, il duca punisce sia lei che Faust, che l’ha aiutata, trascinandoli nudi nella neve, legandoli a un palo e gettando loro addosso acqua gelata. Lucifera assiste impotente e sa che c’è una cosa sola da fare: invocare Satana che salvi Faust, in cambio della promessa di sacrificare due bambini.
Il diavolo ascolta l’appello e salva l’uomo, mentre al resto dovranno pensarci lui e Lucifera. Ma tanto i castellani hanno capito che Satana ci ha messo lo zampone e scappano impauriti.

Lucifera combatte in Matrix style!
Lucifera combatte in Matrix style!

Fuggendo dal castello, l’avventura non è certo finita per i due protagonisti, perché si imbattono in un gruppo di cavalieri teutoni che li arruolano forzosamente. Certo Lucifera non potrebbe… ma una volta dimostrato di essere una valida combattente trova spazio in un esercito prettamente maschile.

Malgrado ci sia una donna in caserma, non c’è alcun tipo di situazione frizzante, tutta l’attenzione è per il massacro di innocenti compiuto dai cavalieri, che Faust si rifiuta di assecondare: si ficca insomma in altri guai che Lucifera dovrà sistemare.

luciferacollezione13dLa prima storia si rifà ad un classicone della commedia italiana, la mitica cintura di castità, mentre il secondo lascia sfogo a tutto ciò che nessun’opera mainstream può mostrare: bambini uccisi, mutilati e decapitati.
Al di là di questo, tutto è veloce e superficiale, denotando un andamento ondulatorio della serie, che alterna storie intriganti ad altre dimenticabili.

L.

– Ultimi post su Lucifera:

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] Lucifera 46 – L’infernale incazzata (1974)

lucifera46Dalla vasta collezione di fumetti erotici che ho trovato da Ilaria la bancarellaria, ecco un numero 46 della collana “Lucifera” (30 agosto 1974) edita dalla milanese Elvipress di Giuseppe Barbieri.

lucifera46bNon so cosa sia successo, essendo costretto a leggere la testata in modo casuale. La storia si apre con il deforme Arn in catene, sebbene madama Margherita lo ami. Anche la di lei ancella ama il deforme, ma in modo diverso…

Intanto Faust raggiunge il Reno e si ricongiunge all’esercito franco, notando come quel fiume abbia inghiottito Lucifera: così si spiega la sua assenza.
Invece troviamo la protagonista risvegliarsi nel letto del suo amante, nella città assediata di Eresburg.

lucifera46aTroviamo dunque Lucifera arruolata nell’esercito sassone che resiste ai Franchi, con tanto di armatura ed abile nell’uso di arco e freccia.
Ammazza allegramente cristiani quando però scorge Faust: l’uomo che – scopriamo – l’ha ripudiata e mandata al rogo. Ma anche l’uomo che lei ancora ama.

lucifera46cVisto che l’assedio rischia di andare per le lunghe, Satana in persona dall’inferno manda due diavoli ad intrufolarsi nelle fila dei due schieramenti: l’intento è infiammare gli animi di tutti e far esplodere una battaglia campale.
Il trucco funziona e lo scontro è violento: partecipa anche Lucifera uccidendone a iosa… ma non ce la fa a dare il colpo di grazia a Faust e si limita a tramortirlo.
Come procederà l’assedio? Purtroppo temo non lo saprò mai..

lucifera46dLe storie di assedio sono sempre affascinanti e Lucifera in armatura è davvero un bel vedere, anche se qui si mostra pochissimo. Peccato non poter seguire in ordine le sue avventure…

L.

– Ultimi post su Lucifera:

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] Lucifera 19 – Le sirene (1973)

lucifera19Dalla vasta collezione di fumetti erotici che ho trovato da Ilaria la bancarellaria, ecco un numero 19 della collana “Lucifera” (aprile 1973) edita dalla milanese Elvipress di Giuseppe Barbieri.
Da notare che la copertina presenta Peter O’Toole nei film Becket e il suo re (1964) – ricalcato dalla locandina italiana – mentre Lucifera è calata nei panni di Vampirella, nata del 1969.

La premessa è che «Lucifera e Magonza stanno cercando il Santo Graal. Di ritorno dalla Scandinavia un gorgo gigantesco inghiotte la loro nave: nell’abisso vengono portato al cospetto di strane creature».

lucifera19aLucifera non ha nulla da temere dalle sirene, perché loro riconoscono in lei la natura satanica, ma Magonza se vuole andarsene deve affrontare un ragno gigante: cosa che impegna alcune tavole ma che si dimostra fattibile.
Tornati infine a Magonza – bella idea chiamare un personaggio come la città di cui è principe! – i due preparano un altro viaggio: è troppa la voglia di mettere le mani sulla sacra reliquia.

lucifera19bNon è facile trovare una nave con equipaggio disposto ad attraversare le Colonne d’Ercole, limite invalicabile che incute timore in tutti… tranne che nel marinaio Aristide Parodi, la cui povertà spinge ad accettare il ricco compensa di Magonza.
La nave è un catorcio ma bisogna accontentarsi: anche perché con Lucifera al proprio fianco non ci si annoia di certo…

lucifera19cAttraversato lo stretto di Gibilterra la situazione si fa esplosiva: siamo plausibile prima del 1492 quindi i marinai non sanno che li aspetta un attraversamento oceanico. Ben presto le scorte finiscono e scatta l’ammutinamento: Magonza e il capitano Parodi già penzolano fuori bordo… ma prima c’è da spupazzarsi Lucifera, le cui forme generose ricordano ai marinai che da lungi tempo sono a “digiuno”.

lucifera19dSaziati gli “affamati”, si passa all’esecuzione capitale ma per fortuna viene avvistata terra e scatta l’amnistia generale.
Provata dall’infame affronto, la povera Lucifera comunque decide che in futuro si vendicherà in qualche modo della violenza subita.
Ora però, che senza saperlo i viaggiatori hanno raggiunto l’America, c’è da occuparsi degli indiani… che parlano scandinavo! Visto che i primi a toccare il continente americano furono i Vichinghi, lo sceneggiatore si prende questa licenza…
La storie si chiude con il difficile accordo con i selvaggi per raggiungere il Santo Graal.

lucifera19eDevo molto rivalutare questo personaggio, che trovavo insipido nei primi numeri che ho letto. La bellezza del suo volto e quell’acconciatura corvina sono irresistibili, così come la sua propensione all’amplesso e a mostrare le generose forme: spero di trovare nuove avventure di Lucifera, che già mi manca!

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] Lucifera 5 – Un bimbo sul rogo (1972)

Lucifera5Numero 5 (febbraio 1972) della storica collana “Lucifera” della Edizioni Elvipress, curata da Leone Frollo e ripresentata in digitale nel gennaio 2014 dalla milanese VandA.ePublishing.

Il giovane Faust sta tornando di gran corsa nel Ducato di Rosen, portando in tasca il filtro “riverginante” della maga Phiona (come abbiamo visto nel precedente episodio): ora potrà sposare l’amata Margherita Blumenthal facendo finta che sia vergine.
La nobildonna invece ha avuto un figlio dopo essere stata violentata dal demone Arganno: ora quel neonato con le corna viene denunciato all’Inquisizione da una serva infida.

Margherita curiosa
Margherita curiosa

Lucifera5bIl terribile Inquisitore affida a frate Guaccio da Milano il compito di indagare a casa Blumenthal, dismettendo l’abito talare e fingendosi un mercante di pietre preziose. Al castello, nottetempo, la spia dell’Inquisitore scopre le corna del piccolo Franz: il destino della famiglia è segnato.
Rinchiusi tutti nelle segrete e torturata Margherita, chissà se l’intervento di Faust riuscirà ad evitare il rogo per tutti…

Lucifera fa giusto una comparsata e in fondo questo albo è davvero roba per educande: è una storiella a sfondo storico, con qualche tortura accennata, senza sesso se non immaginato. Insomma, non ha nulla del “fumetto erotico”…

L.

– Ultimi post simili:

[Fumetti Erotici] Lucifera 4 – Il filtro della verginità (1972)

Lucifera04Numero 4 (gennaio 1972) della storica collana “Lucifera” della Edizioni Elvipress, ripresentata in digitale nel gennaio 2014 dalla milanese VandA.ePublishing.

Però, mica male 'sta Lucifera!
Però, mica male ‘sta Lucifera!

Non avendo letto i precedenti tre numeri non sono sicuro di aver capito bene il personaggio, ma a occhio Lucifera è una “agente” di Satana mandata sulla Terra per dannare il bel dottorino Faust Sonder, spacciandosi per la serva Lucya e stando bene attenta a non innamorarsi di lui: la punizione di Satana sarebbe spietata.

Che ciglia luciferine!
Che ciglia luciferine!

Faust però è perdutamente innamorato di Margherita Blumthal, che però è stata vittima di un raggiro diabolico ed è stata posseduta dal mostruoso Arganno da cui ha avuto un bambino… con due cornetti in fronte!
Faust ignora l’angoscia della donna amata e pensa unicamente… alla sua verginità! Vuole sposarla ma l’idea che sia stata di un altro lo fa impazzire: lo spinge addirittura a rivolgersi alla strega Darvulia per un filtro della verginità.
Questa, capito l’allocco, lo manda dalla maga Phiona che però vive in un castello sul fiume Reno: per raggiungerlo Faust dovrà affrontare le terribili Valkirie.

La Valkiria Brunilda
La Valkiria Brunilda

Le dodici Valkirie usano sfidare i viandanti: solo chi saprà soddisfarle tutte e dodici nella stessa notte potrà vivere. Con l’aiuto di Satana, evocato dalla solerte Lucifera, Faust avrà la potenza giusta per vincere la sfida.

Per il potere di Satana!!!
Per il potere di Satana!!!

Siamo ancora in un periodo embrionale di questi fumetti, dove le situazioni pruriginose sono descritte e non mostrate, dove non si vedono genitali (al massimo qualche tettina di sguincio) e dove ci troviamo di fronte ad una storia molto più “normale” di quanto ci si aspetterebbe.
Insomma, di eros neanche l’ombra, al massimo qualche situazione frizzante con davvero poco da vedere.

Splendidi i disegni e splendido il volto di Lucifera: a quanto ho capito sono opera di Leone Frollo, ma attendo conferma degli esperti.

L.

– Ultimi post su Lucifera:

– Ultimi post simili: