[Fumetti Erotici] Playcolt – Il grande cervello (1973)

Playcolt06Trovato il numero 6 (aprile 1973) della storica collana “Playcolt” creata e sceneggiata da Renzo Barbieri (in collaborazione con Tristano Torelli), che riutilizzava il volto di una superstar dell’epoca in Italia come Alain Delon per l’eroe d’azione Alan Velon: editore miliardario che indaga e risolve mille casi.
Stando alla pagina Wikipedia, il fumetto è disegnato dallo Studio Leonetti e dallo Studio Montanari.

Alan Velon, miliardario e uomo d'azione
Alan Velon, miliardario e uomo d’azione

La segretaria Christa, bionda allergica al vestiario, informa Alan che un certo Tom Pensacola vuole parlare con lui: il miliardario però è impegnato col suo direttore Karl Hoffman e non può dedicargli attenzione. Quando si ricorda di lui, una mano misteriosa ha già fatto fuori il giovane.
Indagando, Alan viene scopre che Tom aveva portato alla luce un mistero scottante: a quanto pare esiste in Grecia un monastero «che è paravento per tutti i delinquenti che desiderano, dietro lauto compenso, sparire dalla circolazione o farsi cambiare i connotati.»
Il da farsi è praticamente scontato: fingersi criminale e chiedere aiuto per cambiare vita.

Da Alain Delon a Tom Selleck!
Da Alain Delon a Tom Selleck!

Con una faccia truccata da “cattivo”, con tanto di cicatrice, Alan giunge al paesino greco di Trikala alle falde del Monte Pathos: chiaro riferimento al sacro monte Athos che tanti “misteri misteriosi” evoca nell’immaginario europeo. (Per saperne di più, vi segnalo il mio saggio in eBook Alla conquista del Monte Athos.)

Dal Monte Athos al Monte Pathos
Dal Monte Athos al Monte Pathos

Visto che sul Monte Athos è vietato l’accesso alle donne, l’attività su questo Monte Pathos è gestita unicamente da donne, che ospitano feroci criminali travestiti da monaci in attesa di cambiare vita.
Ovviamente un mandrillo come Alan non perde occasione di palpeggiare Anouk, la “sorella” che si occupa di lui, senza però alcun risultato.
In attesa che arrivi il “Grande Cervello”, il capo di quell’organizzazione, Alan studia il luogo e scopre che le monache, nelle loro stanze, si dedicano ad allegre ammucchiate per passare il tempo in allegria.

Monachelle birichine...
Monachelle birichine…

Finalmente arriva il Grande Cervello, il buffone che gestisce il Monte Pathos… con una ridicola mascherina sul volto!

Grande caduta di stile...
Grande caduta di stile…

Il capo ama uccidere con le proprie mani chi disobbedisce alle regole, non celando un certo piacere perverso nel farlo.
Scoperto, Alan viene legato all’esterno e lasciato agli artigli di un’aquila assassina, ma per fortuna “sorella” Anouk lo salverà.

Come cambiare fede in un attimo...
Come cambiare fede in un attimo…

Il fumetto è principalmente un “nero d’azione” che incede in slang criminale (o supposto tale) e parolacce: elementi ovviamente assenti nel fumetto mainstream e quindi di forte impatto. In più ogni tanto si vede una paio di chiappe o un seno, e si affrontano apertamente tematiche sessuali: siamo molto lontani dal “fumetto erotico” degli anni Ottanta, principalmente incentrato su lunghi amplessi particolareggiati, ma proprio per questo è apprezzabile un buon equilibrio tra “effettacci” e trama.

L.

Annunci

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...